Home Enogastronomia Gnocchi in campeggio … anche se non è giovedì!

Gnocchi in campeggio … anche se non è giovedì!

da Gianluca Gabanini
49 letture tempo di lettura 2 minuti

Ebbene sì, lo confesso… amo gli gnocchi, spesso li faccio anche quando non è giovedì!
Li amo perché sono belli pastosi, li amo perché l’amido delle patate e il glutine della farina fanno si che si prestino a dei piatti cremosi all’ennesima potenza, il sugo gli si attacca che è una meraviglia.
Si prestano a piatti unici, facili e veloci da preparare, completi dal punto di vista nutrizionale (sempre che non se ne mangi delle tonnellate, ovviamente), e aiutano ad usare poca acqua e poco gas. Quest’ultima caratteristica è particolarmente favorevole al loro utilizzo in camper.
Cucinare un gran piatto in camper, usando gli gnocchi come ingrediente principale, è veramente facile… provate la ricetta che vi consiglio oggi e vi garantisco che farete un gran figurone con gli ospiti sotto al tendalino.

Ingredienti:
Cozze (quante ne volete, sia fresche che congelate)
Gnocchi (quanto ne volete, sia freschi che congelati)
Aglio, sale, pepe, spezie a vs piacere

Per prima cosa mettiamo sul fuoco un pentolino di acqua salata a bollire.
Poi prendiamo una padella di bordi alti, un filo di olio extra vergine di oliva e buttiamo le cozze. Se le abbiamo fresche chiudiamo col coperchio e appena si aprono spegniamo il fuoco e togliamo i gusci.
Mi raccomando…il liquido uscito dalle cozze lasciamolo nella padella, è importantissimo!
Se abbiamo delle cozze congelate già sgusciate dopo averle scongelate cuociamole per qualche minuto.
Una volta cotte le cozze, se abbiamo a disposizione del prezzemolo è il momento di metterne un po’ in padella dopo averlo tritato finemente.
Ora, quando l’acqua bolle mettiamo gli gnocchi in padella e aggiungiamo qualche mestolo di acqua salata in padella, non esageriamo… faremo in tempo ad aggiungerne altra se non è sufficiente per la cottura degli gnocchi.
In sostanza, per spiegarla dal punto di vista chimico, cuocendo gli gnocchi in padella in questo modo, con poca acqua alla volta, otterremo il risultato che gli stessi assorbiranno per prima cosa il liquido delle cozze (tutto sapore a gratis), cuocendo in padella rilasceranno il loro amido e il loro glutine che fungeranno da collante tra gli gnocchi e quello che c’è dentro la padella (il condimento a base di cozze), creando una cremina che vi sballerà le papille gustative.
Proseguite aggiungendo poca acqua alla volta fino alla completa cottura degli gnocchi, di norma bastano 4/5 minuti. Ecco perché non dovete aggiungere troppa acqua all’inizio, correte il rischio che gli gnocchi si cuociano prima che questa venga riassorbita tutta.


Siete pronti per impiattare e servire.
Se volete guadagnarvi la prima stella Michelin come cuoco del campeggio vi consiglio di grattare una dose generosa di bottarga su piatto… gli ospiti vi faranno 92 minuti di applausi!
Buon appetito.

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl