Home Mete Italia Weekend autunnale in Basilicata

Weekend autunnale in Basilicata

da Serena Fiorentino
522 letture

17/19 Novembre 2023 Stigliano (MT)

Un mese e mezzo dopo, l’astinenza da Lucania si fa insostenibile.
Chiudiamo gli occhi e puntiamo un paesello a caso, l’importante è che sia in quella che per noi è la regione più bella dello Stivale: Stigliano, provincia di Matera, regione Basilicata! Da una velocissima ricerca on line e tra preziosissime conoscenze tiriamo fuori qualche parola chiave: I Sospiri di Colangelo, il parco della Mandarra, il pistacchio, il crocifisso ligneo del Convento di Sant’Antonio.
In poco meno di tre ore siamo a destinazione; l’escursione termica è di più di 10 gradi…qui si respira già quasi l’inverno mentre giù in Salento è ancora come se fosse estate! E il freddo si combatte a tavola!


Una buona cena a base di prodotti tipici locali dà il via a questa nuova esperienza alla scoperta di un altro paese lucano.

Stigliano. Lucania.
Quasi mille metri sul livello del mare.
3500 anime in provincia di Matera.
Imperdibili:

– La vista dal belvedere accanto alla chiesa madre di Santa Maria Assunta che spazia fino a superare il golfo di Taranto e a toccare le coste salentine. Qui i calanchi si colorano di giallo al mattino, di arancio al tramonto, di rosa all’imbrunire.


– La visita della casa contadina, della cripta e del frantoio a cura dell’associazione “l’angolo della memoria”. Francesco ci ha fatto da Cicerone, subito accorso alla chiamata della signora appena arrivata ad aprire la chiesa madre per la recita del rosario (la stessa signora che questa mattina era passata di qui per prelevare le ostie benedette da portare in casa delle vecchiette desiderose della comunione: quella che ci ha invitati ad entrare per ammirare il favoloso polittico.)


Una passeggiata in compagnia della Mandarra e dei Monacelli tra scherzi e magie nel parco della Mandarra. La leggendaria Mandarra è una donna dalle proporzioni abnormi. Come una strega, di giorno si nasconde e di notte esce per le sue scorribande sui tetti. Se la cercate bene vi verranno in aiuto, a segnarvi la via, tante statue dei monacelli, strani fanciulli incappucciati che si divertono a fare dispetti e brutti scherzi.


Il polittico della chiesa madre e il crocifisso ligneo della chiesa di Sant’ Antonio ex convento dei frati francescani di Santa Maria la Nova, due opere d’arte imperdibili gelosamente custodite tra le possenti mura di due luoghi sacri che hanno egregiamente saputo resistere allo scorrere del tempo.


– I Sospiri della pasticceria Colangelo… e la glicemia, muta!
– I pistacchi e la pasta di Stigliano.


Una carrellata di antipasti da Trase Ca t’Ammud. Dalla pancetta appesa al traliccio di legno, come fettine di lenzuola stese ad asciugare, alla bruschetta con caciocavallo, salsiccia, e pistacchi… Dal tortino di patate e porcini, al peperone ripieno con alici ed aglio… da una portata all’altra, qualunque esse siano… una goduria per il palato, un’immersione sincera nella tipicità di questa terra di Sud.
– Il profumo di pane alle 6 del mattino, un forno appresso all’altro, inebriante ed avvolgente.
– Le chiacchiere con gli stiglianesi incontrati per caso sull’uscio di casa, al bar o semplicemente per strada, a parlar del più e del meno, a confrontarsi… semplicemente ad essere felici.
– Il paesaggio lunare dei calanchi su un lato del paese e quello verdeggiante del Parco Regionale Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane sull’altro.

E così, tra uno squisito dolce e una lunga scarpinata, tra un’allegra chiacchierata e un caffè al bar, in poco meno di due giorni abbiamo conosciuto quest’altra sorprendente realtà lucana che quotidianamente reagisce allo spopolamento investendo in turismo e cultura.

(Area sosta camper comunale con elettricità e C/S in Via Roma nei pressi della tensostruttura, 8€/giorno. P.S. Un pò difficoltoso l’iter per richiedere l’allaccio della corrente elettrica in quanto bisogna telefonare alla polizia municipale ad un numero fisso non sempre attivo e un pò farraginoso l’iter per saldare il corrispettivo della sosta in quanto si paga solo nell’ufficio CityPoste del comune.)

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl