Home Camper & Van Volkswagen reinventa il Multivan

Volkswagen reinventa il Multivan

da a.cortellessa
98 letture Nuovo Volkswagen Multivan 2022
[rt_reading_time label="Tempo di lettura:" postfix="minuti" postfix_singular="minuto"]

L’inossidabile furgone commerciale Volkswagen, giunto ai giorni nostri con una serie infinita di edizioni e versioni, arriva sul mercato con il nuovo modello 2022 del Multivan che diventa anche ibrido e propone un salto tecnologico in avanti. Come consuetudine, il nomignolo Bulli viene usato di nuovo anche se questa denominazione non appare mai nei listini ufficiali di Volkswagen: infatti, nel 1949 venne presentato a Wolfsburg il primo prototipo battezzato “Bulli” e lanciata ufficialmente al pubblico la produzione di Bulli. Nel 1950 iniziò la piena produzione ma Bulli fu ribattezzato Type 2 Transporter a causa del marchio “Bulli” detenuto da un’altra società.

Per la prima volta, sul nuovo Multivan, i sistemi di propulsione ed elettronici sono basati sulla piattaforma modulare trasversale MQB. Con l’MQB Volkswagen Veicoli Commerciali mette a disposizione del Bulli una nuova gamma di innovazioni tecniche che lo rendono più flessibile, connesso in rete ed ecocompatibile che mai. Sempre per la prima volta, un ibrido plug-in entra a fare parte della gamma delle motorizzazioni: il Nuovo Multivan eHybrid diventa un veicolo a zero emissioni per la città e, allo stesso tempo, adatto per i lunghi viaggi. Lo sviluppo dei più moderni sistemi di assistenza, azionamento dei comandi e infotainment, arricchisce anche il comfort e la sicurezza e, per la prima volta, permette la guida parzialmente automatizzata. Secondo le previsioni commerciali, al di là dell’impiego privato, il nuovo Bulli conquisterà quote di mercato anche come business-van e come
shuttle in virtù della sua funzionalità e sicuramente sarà usato per l’allestimento dei moderni minivan.

Multispazio
Il nuovo Multivan può disporre fino a sette sedili singoli, ordinabile nelle tre versioni di allestimento Multivan Space, Life e Style nonché come modello speciale Energetic. Con la nuova architettura dei posti a sedere e del vano di carico, il van si adatta a molteplici scenari di mobilità. Il Nuovo Multivan, parallelamente al modello di accesso, viene lanciato anche come versione lunga (purtroppo non disponibile per il mercato italiano). Il volume di carico raggiunge i 4.053 litri di volume che consentono tutti i tipi di trasporto e di alloggiare qualunque attrezzatura sportiva.

Design carismatico
Il design si presenta nuovo e m “inequivocabilmente Multivan”. È rimasto unico, come unica è l’origine della gamma. Appare chiaro come il design del Nuovo Multivan sia stato determinato dal DNA dei suoi predecessori, sviluppando
l’inconfondibile carattere di questa icona facendo un grande passo in avanti pur rimanendo sempre fedeli alla tipica linea del Bulli. Sul Nuovo Multivan questa linea caratteristica viene impreziosita da un listello cromato sulle fiancate e sul posteriore; se il Nuovo Multivan viene ordinato in verniciatura bicolore, il listello
cromato, che in questo caso è sempre di serie, separa l’una dall’altra le due zone cromatiche.

Emissioni locali zero eHybrid
A differenza della versione precedente, il Nuovo Multivan, prodotto nello stabilimento tedesco della Volkswagen Veicoli Commerciali di Hannover, viene lanciato sul mercato anche con sistema ibrido plug-in. Solo questo tipo di motorizzazione infatti si concilia attualmente con la guida in aree urbane a emissioni zero e autonomie per grandi percorrenze. In questo modello eHybrid il motore a trazione elettrica sposa l’efficiente motore turbo benzina, sviluppando insieme una potenza di sistema di 218 CV o 160 kW.
La batteria agli ioni di litio del Nuovo Multivan eHybrid ha una capacità di 10,4 kWh con un’autonomia elettrica equivalente di 46-50 chilometri (valore realistico WLTP – abbreviazione di Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure, metodo di misurazione standardizzato a livello mondiale per il rilevamento dei consumi e delle emissioni di gas di scarico, ndr).


La propulsione ibrida plug-in è stata progettata in modo che il Nuovo Multivan eHybrid si avvii di norma in modo esclusivamente elettrico e quindi copra automaticamente a zero emissioni locali soprattutto le brevi percorrenze. Solo a velocità superiori ai 140 km/h entra in funzione anche l’1.4 TSI, un motore parco nei consumi. Con cambio automatico a 6 marce a doppia frizione (DSG), il Multivan eHybrid raggiunge consumi di carburante e corrente elettrica NEDC compresi rispettivamente tra 1,6 e 1,5 l/100 km e tra 14,6 e 14,5 kWh/100 km: il nuovo Bulli raggiunge in entrambe le varianti di carrozzeria la classe di efficienza A+++.
Per il lancio sul mercato il Nuovo Multivan a trazione anteriore viene offerto, oltre che con la versione ibrida, anche con due motori turbo benzina a quattro cilindri, che sviluppano 136 e 204 CV (non disponibile per il mercato italiano). Tutte le motorizzazioni sono abbinate di serie a un cambio a doppia frizione DSG. Il DSG a 6 rapporti della versione eHybrid è un cambio (DQ400E) appositamente sviluppato per la propulsione ibrida plug-in e forma un’unità di sistema con il motore elettrico.
Per le versioni TSI e un Turbodiesel (2.0 TDI) da 150 CV (110 kW) che seguirà il prossimo anno, viene impiegato un cambio DSG a 7 rapporti. Per la prima volta, sul Multivan i cambi eseguono gli innesti by wire quindi in modo estremamente confortevole tramite un piccolo interruttore DSG nella plancia.

Attenzione al peso e all’ambiente
Con una lunga serie di interventi, anche sulla struttura del telaio, e sugli accessori come ad esempio i cerchi in alluminio, Volkswagen è riuscita a limare complessivamente oltre 200 kg di peso: il più leggero Multivan della nuova generazione pesa infatti 1.941 kg contro 2.145 kg del modello in vendita finora. Insieme con il migliorato CX la resistenza aerodinamica molto bassa rispetto al modello precedente, ne ha permesso una riduzione del coefficiente da 0,35 a 0,3, un record nell’ambito dei van per la famiglia. Solo grazie a questo migliore coefficiente, le emissioni di CO 2 si abbassano in media di 7,8 g/km.

Assistenza alla guida
Notevolmente ampliata anche la gamma dei sistemi di assistenza, a seconda dell’equipaggiamento, sono disponibili fino a 20 sistemi. Sono sempre di serie: il sistema di controllo perimetrale Front Assist con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il supporto alle manovre di scarto, un nuovo assistente alle svolte, il riconoscimento della segnaletica stradale, l’assistenza per il mantenimento della corsia Lane Assist e il cruise control. Tra i sistemi disponibili a richiesta figura il nuovo Travel Assist, che consente la guida parzialmente automatizzata da 0 a 210 km/h e la regolazione automatica predittiva della distanza ACC (guida longitudinale) e il Lane Assist (guida trasversale). Ciò vale soprattutto in abbinamento al nuovo sistema di avvertimenti locali Car2X, tramite il quale il Nuovo Multivan scambia avvertimenti con altri veicoli e con l’infrastruttura del traffico.

Dimensioni importanti
Anche le proporzioni del Nuovo Multivan sono state modificate; rispetto al modello precedente, la versione base è diventata più lunga e più larga. Contemporaneamente la Volkswagen ha ridotto leggermente l’altezza esterna, a fronte peraltro di un’altezza interna pressoché invariata. In abbinamento al nuovo tetto panoramico in cristallo, l’altezza interna è stata persino migliorata. Nel dettaglio, senza gli specchietti retrovisori esterni ripiegabili elettricamente (dotazione a richiesta), il Nuovo Multivan è largo 1.941 mm (+37 mm rispetto al Multivan 6.1), lungo 4.973 mm (+69 mm) e alto fino a 1.907 mm (-43 mm). Il passo misura 3.124 mm (+124 mm). Come accennato, il Multivan è nuovamente disponibile in una versione lunga (non disponibile per il mercato italiano). A fronte di un passo identico, misura 5.173 mm tra i paraurti, risultando così più compatto di 131 mm rispetto al modello precedente.


Esterni e funzioni
Oltre ad una serie completa di servoassitenze per, ad esempio, l’apertura dei portelloni ed altre funzioni, altra novità per il Nuovo Multivan sono poi i fari a Led Matrix IQ. LIGHT con luci diurne a Led, che vengono offerti a richiesta
come alternativa ai fari con tecnologia Led di serie, o di serie in abbinamento alla linea di allestimento Style e al modello speciale Energetic, con una gamma di funzioni di ultima generazione. Come ulteriore novità, il Nuovo Multivan è disponibile per la prima volta con un tetto panoramico in vetro suddiviso in due parti, un rivestimento denominato LowE (Low Emissivity / vetro a protezione termica) che riduce le radiazioni termiche del 44%.

Interni
Variabili e digitalizzati come mai prima d’ora, come gli esterni, gli interni nel loro complesso sono del tutto nuovi. La plancia ad esempio è un ambiente di visualizzazioni ergonomico e collegato in rete. Di serie è dotata di Digital Cockpit e del sistema di infotainment Ready 2 Discover. Sempre integrati i servizi online We Connect e We Connect Plus (questo per una durata limitata, prorogabile in seguito a pagamento). Un’ulteriore novità è offerta da un head-up display windshield, che proietta le informazioni sul parabrezza. La maggior parte degli elementi di comando sono stati concepiti come superfici touch e pulsanti a controllo digitale.
Oltre alle funzionalità della connessione, aspetto importante vede l’adattabilità all’uso quotidiano tipica del Bulli, come ad esempio l’illuminazione ambiente a 30 colori che consente di personalizzare l’atmosfera luminosa nell’abitacolo. Molte funzioni del Nuovo Multivan possono essere gestite anche mediante comando vocale (di serie per eHybrid, Style, Energetic). Inoltre a bordo del Nuovo Multivan obbediscono ai comandi vocali anche Alexa (Amazon / di serie per eHybrid, Style, Energetic) e Siri (Apple / di serie).

Nuovo sistema di guide sedili
Anche se finora non erano disponibili nel Multivan, i vani portaoggetti sulla consolle centrale sono pratici, almeno quanto il tavolo nel vano posteriore offerto con ogni generazione del Multivan. Volkswagen ha reinventato e combinato entrambe le funzionalità. È nato così un tavolo multifunzione integrato nel sistema di guide dei sedili, che è anch’esso frutto di un lavoro di sviluppo completamente nuovo. Grazie all’innovativa tecnologia di bloccaggio, questa dotazione multifunzionale può essere utilizzata come consolle centrale tra i sedili del conducente e del passeggero anteriore oppure come tavolo ribaltabile completo di portabevande e vani portaoggetti nella seconda e terza fila di sedili. Nuovi anche i sedili singoli posteriori, fino al 25% più leggeri, il divano posteriore nella terza fila è stato eliminato: in questo modo diventa più facile caricare attrezzature sportive da un solo lato.

Spazio a volontà
Nella versione base, il Nuovo Multivan offre una capacità di carico di 469 litri dietro la terza fila di sedili, con carico sistemato fino al tetto; caricato fin dietro la seconda fila di sedili, il volume aumenta a 1.844 litri (1.850 litri con tetto panoramico in vetro). Sfruttando tutta la capacità di carico fin dietro la prima fila di sedili e in alto fino al tetto, si ottengono 3.672 litri.

https://www.volkswagen-veicolicommerciali.it/it.html

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl