Home Mete Italia VerdeComune Bellaria Igea Marina: un cantiere fiorito

VerdeComune Bellaria Igea Marina: un cantiere fiorito

da Redazione
169 letture

Asproflor ha lanciato il progetto “VerdeComune – Bellaria Igea Marina un cantiere fiorito”, che ha l’obiettivo di rendere memorabile la città di Bellaria per le fioriture, dimostrando alle altre Amministrazioni pubbliche che è possibile “fare bellezza” e al contempo ridurre i costi di gestione del verde ornamentale, adottando le giuste scelte botaniche e varietali e con l’aiuto di mezzi tecnici di avanguardia ad elevata efficienza e sostenibilità.
Da maggio a settembre 2024 la città di Bellaria Igea Marina si trasforma in una vera e propria fiera espositiva a cielo aperto, che stupirà cittadini e turisti per i colori e le soluzioni innovative e sarà anche un’elegante vetrina per le aziende del settore florovivaistico e non solo, che contribuiranno alla realizzazione del progetto con le loro piante, le nuove ibridazioni e materiali tecnici di ultima generazione, come ad esempio i robot tagliaerba a controllo satellitare.


Le aree del Comune di Bellaria Igea Marina dove sono previsti gli allestimenti sono le seguenti: Isola dei platani (via Guidi), Lungomare Colombo, Aiuole Fronte Stazione, via Roma e via Perugia, Giardini di via Pascoli e Villa Panzini. Ogni area presenta alcune criticità (zone d’ombra, salinità dell’aria, eccessiva esposizione al sole ecc.), che saranno risolte dai tecnici individuando le piante e le fioriture che meglio possono adattarsi alle diverse condizioni.
I percorsi fioriti e le singole aiuole saranno munite di cartellonistica, immediatamente fruibile da tutti i passanti o visitatori professionali, e anche di qr code, dove verranno spiegate le tipologie di essenze adottate con le caratteristiche botaniche e funzionali. Saranno anche divulgati e opportunamente comunicati gli obiettivi culturali ed ecologici, la sostenibilità, le motivazioni e i soggetti coinvolti, i fornitori e gli sponsor tecnici.
Grazie alla collaborazione con l’app TabUi verrà effettuata una mappatura del verde di tutto il progetto, incluse le aree verdi già presenti, per una pronta e utile consultazione su smartphone. Inoltre, per tutta la stagione turistica verrà promossa la visita dei percorsi allestiti con una guida esperta.
Nel progetto è stata coinvolta anche l’Università degli studi di Torino, in particolare il gruppo di lavoro sulla Sperimentazione Perennials 4.0 del DISAFA, e l’IIS Gae Aulenti di Biella indirizzo Agrario, con gli alunni del progetto PON di ortofloricoltura: all’insegnante e ai ragazzi coinvolti verrà chiesto di occuparsi dell’aiuola comparativa delle nuove varietà di rose e della realizzazione del viale di Villa Panzini.
A cura di Roberto Serassio

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl