Home Mete Italia La Scala: da ex miniera a spazio pubblico culturale

La Scala: da ex miniera a spazio pubblico culturale

da Redazione
34 letture tempo di lettura 4 minuti

Un esempio compiuto di restauro e conversione di ex aree industriali, un progetto che mira alla valorizzazione e rivitalizzazione dell’antico complesso minerario dell’Argentiera (Sassari). All’interno di “MAR – Miniera ARgentiera – The Unlimited Place” – nasce la Scala, un nuovo spazio pubblico culturale e ricreativo per la socialità e la condivisione, frutto di un intervento di rigenerazione urbana partecipata.
Il progetto, selezionato tra oltre 1500 candidature arrivate da tutta Italia, è tra i vincitori della III edizione del Premio “Creative Living Lab”, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura per il sostegno di progetti multidisciplinari e di innovazione sociale.

Realizzata grazie alla collaborazione tra l’associazione LandWorks e l’artista Tellas, la Scala ha visto la luce grazie al contributo e il sostegno del Comune di Sassari, la Fondazione Sardegna Film Commission, il DADU – Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica – UniSS, Sardegna Teatro, Bepart, il contributo del DISSUF – Dipartimento di Storia, Scienze dell’Uomo e della Formazione dell’Università degli Studi di Sassari e della Fondazione di Sardegna, il supporto di Univer by PPG, GCR ponteggi e la partecipazione attiva della comunità locale e di numerosi altri partner.

L’intervento si inserisce nell’ambito di “MAR – Miniera ARgentiera | The Unlimited Place”, progetto partecipato di rigenerazione urbana e territoriale nato dalla volontà di lavorare con il patrimonio e prendersi cura degli spazi in disuso della borgata, riconquistando dismissione e abbandono come opportunità, appunti sui quali è possibile riscrivere nuove storie e una nuova identità. L’obiettivo principale è restituire questi spazi alla comunità e ai visitatori, trasformandoli in luoghi di diffusione della conoscenza in stretto legame con il patrimonio, accessibili e fruibili a tutti, 365 giorni l’anno.

Trenta giorni di lavoro sul campo, tra progetto e realizzazione, che hanno visto coinvolti oltre 100 volontari, tra studenti e professionisti, artisti e creativi, giovani e anziani, locali e internazionali, che hanno partecipato ai “Cantieri”, workshop e laboratori operativi di costruzione partecipata. I lavori hanno preso il via lo scorso 10 giugno, trasformando un’area di 500 mq, abbandonata fino al mese scorso, situata nel cuore e motore pulsante del borgo, sulla strada che dalla piazza principale porta al mare. Lo spazio – affacciato sulla Laveria, l’edificio più rappresentativo ed emblematico della borgata, e sui ruderi delle cabine elettriche, del laboratorio chimico e dei magazzini a mare di supporto alle attività della miniera – è stato trasformato in un anfiteatro all’aperto, uno spazio pubblico accessibile, inclusivo e senza confini, dedicato alla cultura e all’apprendimento, dal carattere flessibile per ospitare diverse iniziative, quali mostre e conferenze, laboratori e residenze artistiche, spettacoli teatrali e rassegne cinematografiche, feste e concerti.

La Scala è pensata come un gesto, una linea di raccordo che mette in armonia lo spazio per le sedute, il grande vuoto e le quinte scenografiche degli edifici storici. La struttura in gradoni, costruita interamente in legno e arricchita da tratti e forme pittoriche, è attraversata da una rampa trasversale che rende accessibile l’area sottostante, uno spazio flessibile e multifunzionale in terra battuta.

Attraverso il saldo rapporto con enti, istituzioni e partner, il nuovo spazio è “animato” da opere d’arte pubblica e di animazione digitale in realtà aumentata (fruibili grazie al semplice utilizzo di uno smartphone, regalando ai visitatori piccoli segreti della vita nella miniera), da eventi e spettacoli culturali, da eventi sportivi e ricreativi, portando il contemporaneo nelle sue molteplici declinazioni artistiche con risonanza internazionale.

Per tutta la stagione estiva la Scala sarà animata da Marea, un ricco calendario di appuntamenti gratuiti aperti al pubblico con spettacoli di cinema, teatro, musica e danza, ricadente all’interno di “Sassari Estate”, il variegato cartellone che animerà il territorio comunale fino al 21 settembre.

I prossimi eventi e tutta la programmazione sono disponibili sul sito
www.mar-argentiera.org

credit foto: Ettore Cavalli – Andrea Maspero

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl