Home Focus La vacanza in camper: quale l’evoluzione attuale?

La vacanza in camper: quale l’evoluzione attuale?

da a.cortellessa
15 letture tempo di lettura 3 minuti

Il turismo ha cambiato volto: è sicuramente questa una delle certezze seguite a questi ultimi due anni caratterizzati dalla pandemia che ha stravolto le abitudini di viaggiatori italiani (e di tutto il mondo), a piedi, in auto, in moto e – per quello che ci riguarda – sicuramente in camper.

Un nuovo modo di viaggiare e di vivere la vacanza ha preso piede: meno programmi, più libertà e soprattutto open air. La crescita del turismo all’aria aperta, trend in crescita vertiginosa dell’estate 2021 non si arresta. Per le vacanze en plein air in Italia la prossima estate, secondo un’indagine promossa da Human Company in collaborazione con THRENDS, sono stimata dalle 45 ai 48 milioni di presenze. Una vera e propria tendenza confermata dal Salone del Camper, il più importante evento di settore in Italia e il secondo a livello internazionale, che torna a Fiere di Parma dal 10 al 18 settembre 2022. Osservatore d’eccezione con una finestra preferenziale sul turismo all’aria aperta, il Salone del Camper si prepara alla XIII edizione con una chiara chiave di lettura sul fenomeno. Un sondaggio lanciato dal Salone del Camper nel mese di aprile evidenzia che l’estate 2022 sarà in camper, in Italia, al mare e con la bici al seguito.
La richiesta di mezzi è in continuo aumento e le nuove esigenze si rivolgono soprattutto a veicoli agili, compatti, che consentono di muoversi in città, ma anche di dedicarsi alle proprie attività preferite nel tempo libero e in vacanza; il boom dei van conferma questo andamento. La vacanza in camper o in caravan è diventata molto cool!

Camper Tribe, il sondaggio del Salone del Camper di Fiere di Parma
I turisti itineranti in Europa sono circa 20 milioni con un parco circolante di camper e caravan di circa 6 milioni e centomila veicoli ricreazionali. La vacanza in camper ha avuto un vero e proprio boom: lo scorso anno, secondo i dati di campeggi.com, ha registrato un aumento del 40%. Fino a qualche tempo fa si trattava di scelte legate al turismo lento e con grande disponibilità di tempo; ora i mutati interessi fanno parlare di una vera e propria scelta di vita, legata a esigenze e sensibilità nuove. Il contatto con la natura, la libertà di viaggiare senza troppi vincoli, il benessere personale nel seguire senza fretta propri interessi e passioni hanno regalato nuovi impulsi a tutto il settore.
La conferma arriva dal citato sondaggio lanciato dal Salone del Camper nel mese di aprile tra i suoi visitatori: l’estate 2022 sarà in Italia, al mare, possibilmente per due settimane e con la bici al seguito. Il 70,52% del panel ha affermato che sceglierà l’Italia per le vacanze. Il 43,89% si fermerà in campeggio, mentre il 38,58% sceglierà le aree di sosta. Il 46,73% partirà in coppia e il 43,38% in famiglia, trascorrendo fuori casa un periodo piuttosto lungo che va dalle due settimane (33,65%) e oltre (33,72%). La meta preferita è il mare, scelto dal 56,53% degli intervistati, seguito dalla montagna (19,57%), mentre il 15,44% si dedicherà alla visita delle città d’arte. Gli intervistati optano comunque per trasformare lo stesso itinerario che li porterà alla meta finale in tante piccole vacanze. Gli sport più seguiti durante questo tipo di vacanze saranno, la bici per il 43,80%, seguita da trekking ed escursionismo per il 35,25%.

Sempre più camper
Il primo trimestre del 2022 ha visto un incremento del 9,6% delle immatricolazioni di camper rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, secondo i dati di APC, Associazione Produttori Caravan e Camper. Un dato che conferma l’andamento estremamente positivo del settore, che aveva chiuso il 2021 con +11,92% di vendite di nuovi mezzi rispetto al 2020. E tutto questo nonostante i noti problemi di approvvigionamento delle forniture – prima fra tutte la mancanza di telai – che hanno purtroppo rallentato un boom delle vendite che poteva assumere connotazioni ancora più importanti.
Il Van risulta il mezzo più richiesto, con un exploit senza precedenti, arrivando al 42,30% sul totale delle immatricolazioni, in aumento rispetto alla richiesta, comunque considerevole, registrata tra gennaio e marzo 2021 che era stata del 39,02%.

Foto: cortesia Mobilvetta/Dreamer (OJL photo)

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl