Home Mete Italia Escursioni sulle Alpi Lepontine, a Riale

Escursioni sulle Alpi Lepontine, a Riale

da a.cortellessa
51 letture Riale - val Formazza - Lago Morasco

Add Your Heading Text Here

[rt_reading_time label="Tempo di lettura:" postfix="minuti" postfix_singular="minuto"]

A pochi chilometri dalla Svizzera, la località piemontese nei pressi del Lago e della diga di Morasco in val Formazza, paradiso per escursioni e natura incontaminata; una grande area attrezzata aspetta i camperisti in quota

Un borgo di alta quota, Riale, piccola località a 1780 metri d’altitudine, custodisce un inestimabile patrimonio naturalistico, culturale e gastronomico, destinazione perfetta per un soggiorno di emozioni dell’alta montagna e allo stesso tempo il relax di una località in cui il tempo sembra essersi fermato. Da sempre votato allo sport in tutte le stagioni, il borgo di Riale si prepara all’estate con alcuni appuntamenti da non perdere.

Bettelmatt Ultra Trail val Formazza

L’evento più atteso è l’edizione 2021 della Bettelmatt Ultra Trail (www.bettelmattultratrail.it), avvincente corsa di skirunning diventata ormai un appuntamento classico del calendario internazionale, in programma sabato 10 luglio con partenza e arrivo dalla Piana di Riale, attraverso tre diversi percorsi (da 56, 37 e 26 km) che toccheranno alcuni dei punti più suggestivi del territorio. Il 5 luglio, sempre la Piana di Riale ospiterà la tappa del Giro d’Italia femminile, con una cronoscalata che da Fondovalle porterà le atlete fino ai 1800 metri del borgo.

Riale Val Formazza

Ma Riale vuole anche dire inerpicarsi a piedi per gli innumerevoli sentieri di montagna alla scoperta di scorci suggestivi, avventurarsi in bicicletta per il nuovissimo tracciato che dal borgo porta in Svizzera, in Val Bedretto e Val Maggia, attraverso il Passo San Giacomo, oppure percorrere itinerari avventurosi in sella alle e-bike. Circondata da ghiacciai, corsi d’acqua e laghi alpini, Riale è il punto di partenza per escursioni alla scoperta dei panorami montani circostanti; molti bacini naturali si incontrano superati i 2000 metri d’altitudine, mentre a più bassa quota, la spettacolare diga di Morasco serve come bacino per la Cascata del Toce e fornisce acqua per la produzione di energia elettrica a tutta la Valle.

Riale – Cascata Toce

Tra le numerose interessanti mete della zona, la cima Arbola (3.300), teatro della prima risalita con gli sci ai piedi documentata in Italia a opera di 11 formazzini nei primi anni del ‘900, l’itinerario dei laghi del Boden, un circuito ad anello che tocca i due omonimi laghi e quello Kastel, sede del più grande giardino botanico spontaneo d’Europa e il passo alpino del Gries, uno dei più antichi d’Italia, percorso già nel Medioevo. Senza dimenticare che qui a Riale si trova uno dei giardini botanici naturali più grandi d’Italia che in queste stagioni propone un’infinita varietà di fiori, profumi e colori.
La meta più conosciuta è però l’imponente Cascata del Toce che, con i suoi quasi 150 metri è tra le cascate più alte d’Europa. Da visitare anche i numerosi insediamenti Walser ancora presenti in zona, una popolazione di origine vallese che nel 1200 si avventurò oltre la Svizzera per colonizzare questo lembo di terra.

Gastronomia locale

Riale – formaggio Bettelmatt

Altra grande eccellenza del territorio è la cucina: la perla gastronomica di Riale e della Val Formazza è il Bettelmatt, formaggio a pasta semi cotta che necessita di una breve stagionatura. Uno dei più rari formaggi italiani, prodotto esclusivamente da otto produttori in sette alpeggi sopra i 2.000 metri nei mesi di luglio e agosto, per una produzione di nicchia di sole 5.000 forme l’anno. Oltre al Bettelmatt, i piatti che si possono gustare a Riale sono quelli della tradizione Walser, tramandati ancora oggi da Matteo Sormani, chef “illuminato” della Locanda Walser Schtuba che sta recuperando le antiche ricette, una cucina “povera” che impiegava le poche materie prime del territorio, con nuovi piatti per esaltare le materie prime offerte dalla natura. Tra queste, grande spazio avranno le erbe selvatiche, come la silene, il radicchio di montagna, il tarassaco e lo spinacino selvatico e i fiori eduli come i fiori di tarassaco, chiamato anche “lo zafferano di montagna” perché una volta essiccato dà vita a una polvere gialla e profumata. Ma anche i germogli di pino mugo e larice da cui, per estrazione a caldo, si ottengono oli e burri aromatizzati. Tra le varie ricette della “ripartenza”, Chef Sormani proporrà la “Cicerbita, caprino e uovo”, una rivisitazione in chiave Walser della più classica “uovo e asparagi”, dove protagonista indiscussa sarà la cicerbita selvatica, pianta della famiglia del radicchio, la cui raccolta è vietata in quasi tutte le zone montane d’Italia e che a Riale è permessa sotto una strettissima regolamentazione. Altri sapori di montagna, in una chiave più famigliare, si possono invece gustare all’Aalts Dorf, locanda situata all’ingresso di Riale, al cui interno si trova anche il negozio Sapori Walser che propone le specialità del territorio come salumi e formaggi.

per la sosta in camper

Area attrezzata Lago di Morasco
Strada statale 559 – Formazza (VB) – frazione Riale presso Lago di Morasco
GPS N. 46.424829 – E. 8.407229
Superata la cascata del Toce, sotto la diga del lago di Morasco, area attrezzata a pagamento, circa 100 posti, camper service, colonnine elettriche.

Condividi l'articolo

Potrebbe interessarti

Gli ultimi articoli

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl