Home Camper & Van Camper e sovrappeso: un eterno problema

Camper e sovrappeso: un eterno problema

da a.cortellessa
764 letture tempo di lettura 3 minuti

La grande maggioranza dei camper viaggia generalmente oltre il limite di massa totale a pieno carico dichiarato sul libretto, e spesso non di poco. Anche perché, specie con i camper più recenti ricchissimi di accessori che pesano, il margine tra peso in ordine di marcia e peso ammissibile a pieno carico è ridotto all’osso: in pratica i posti in marcia degli occupanti come omologati da carta di circolazione e poco altro. Non sono pochi i camper, specie i generalmente più grandi e pesanti motorhome, ad avere meno di 400 kg di margine teorico, margine che bastano già pochi accessori e un po’ di fornitura di base degli arredi a ridurre vertiginosamente. Ma i grandi spazi dei gavoni invitano a portarsi dietro l’impossibile, i doppi serbatoi per avere più autonomia delle acque, le cassette dell’acqua minerale, il portamoto, l’antenna satellitare, il tendalino, i pannelli solari, la doppia batteria! E ricordiamoci che anche il cane, presente spessissimo nell’equipaggio, ha un suo peso! Insomma, sono davvero rari i camper che riescono a stare dentro i limiti indicati dalla carta di circolazione (chiaramente indicati alla lettera F), spesso solo quelli di dimensioni compatte e con equipaggio ridotto, coppia o coppia con figlio/figli piccoli.

La pericolosa abitudine di viaggiare con il camper sovrappeso è purtroppo molto diffusa in Italia. Un aspetto decisamente frequente nell’uso quotidiano del camper, su cui si sorvola spesso con una certa facilità “tanto chi vuoi che ti controlli”. Vero, in Italia i controlli sono sempre stati pochi, anzi pochissimi in tal senso, e camper con 37-38 ma anche 40 e più quintali sul groppone ne sono sempre circolati tanti, oseremmo dire quasi tutti (stiamo ovviamente parlando dei camper guidabili con patente B il cui limite tassativo è 35 quintali). Da qualche tempo però anche nel nostro amato paese i controlli si stanno facendo più frequenti, come d’altra parte succede già da anni in Europa, specie nei più rigidi paesi del Nord Europa. La Svizzera poi, è notorio, fa addirittura storia a sé, con severissimi controlli che possono comportare guai veramente seri se pescati con il camper fuori dalla massa consentita.

Purtroppo, per molti camperisti, ma anche per fortuna, per tutti, visto che si sta parlando di sicurezza (i quintali di sovraccarico possono minare la sicurezza di marcia e l’efficienza di freni e sospensioni, oltre che la guidabilità), un recente chiarimento del Ministero dei Trasporti destinato agli operatori della Polizia Stradale ha fatto luce su quella che è una sorta di – molto teorica – scappatoia cui molti si sono sempre appellati, spesso per la verità non ben chiara a tutti dato il filo sottile che separa camper apparentemente uguali ma con omologazione diversa.

Infatti, i (pochissimi) camper omologati N1 – ossia come autocarro – si applica l’art. 167 del Codice della Strada, relativo al trasporto merci, che permette una tolleranza del 5% sulla massa a pieno carico, seppur comunque sanzionata.
Viceversa, per i camper omologati M1, ossia come automobile, la stragrande maggioranza, si fa riferimento all’art.169 che norma il trasporto persone che invece non prevede nessuna tolleranza sul peso, in quanto non espressamente previsto come nell’art. 167: il peso della massa a pieno carico indicato sul libretto (3.500 kg per la grande maggioranza dei camper, ma esistono molti furgonati con limite fissato a 3.300) è da rispettare scrupolosamente, anche qualche chilo in più potrebbe essere sanzionato con una multa salata e decurtazione punti patente.

Ricordiamo inoltre che, nel malaugurato caso di incidente con colpa, se non abbiamo sottoscritto la copertura che ci tutela anche dal sovrappeso come clausola accessoria nel contratto di assicurazione (peraltro quasi sempre offerta dalle compagnie che conoscono bene il problema), l’assicurazione stessa potrebbe rivalersi su di noi per i danni da pagare o comunque potrebbero esserci seri grattacapi che potrebbero portarci davanti ad un giudice.

Art. 167 codice della strada
https://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della-strada/titolo-v-norme-di-comportamento/art-167-trasporti-di-cose-su-veicoli-a-motore-e-sui-rimorchi.html#:~:text=*%20Trasporti%20di%20cose%20su%20veicoli%20a%20motore%20e%20sui%20rimorchi.,-1.&text=I%20veicoli%20a%20motore%20ed,indicata%20sulla%20carta%20di%20circolazione.

Art. 169 codice della strada
https://www.aci.it/i-servizi/normative/codice-della-strada/titolo-v-norme-di-comportamento/art-169-trasporto-di-persone-animali-e-oggetti-sui-veicoli-a-motore.html#:~:text=*%20Trasporto%20di%20persone%2C%20animali%20e%20oggetti%20sui%20veicoli%20a%20motore.,-1.&text=Tutti%20i%20passeggeri%20dei%20veicoli,da%20non%20impedirgli%20la%20visibilita

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl