Home Turismo lento Visitare Roma, in bici

Visitare Roma, in bici

da Redazione
20 letture tempo di lettura 3 minuti

Centinaia di guide turistiche parlano di Roma, ma sono davvero poche quelle dedicate agli itinerari ciclistici, argomento che potrebbe interessare molto i camperisti spesso con bici o e-bike al seguito. E’ arrivata in libreria “Roma in bici”, la guida che offre una serie di percorsi tra natura e cultura a portata del ciclista, un libro diretto agli amanti delle due ruote che puntano a un’uscita tranquilla e che siano curiosi di esplorare le bellezze della Capitale.

Roma in Bici, Un museo all’Aperto — percorsi turistici classici e insoliti per le due ruote” di José M. Carcione (autore argentino, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Oceanogra¬fia e Geofisica Sperimentale di Trieste e membro del comitato di redazione di numerose riviste scientifiche), è una guida con 74 mappe e 92 percorsi, per un totale di circa 320 km (tra Roma, Ostia e Fiumicino), che si possono combinare tra loro per creare itinerari più estesi, con indicazione di soste, punti ristoro e monumenti turistici, includendo anche una serie di norme da seguire e consigli sull’indispensabile da portare appresso in caso di imprevisti in bici. Undici gli itinerari estesi illustrati, che seguono prevalentemente piste ciclabili, sentieri sterrati agevoli, strade ampie e poco trafficate, e quando non ci sono piste, marciapiedi (con la bici a mano).

Dopo il grande successo editoriale di “Roma. Guida insolita per esploratori urbani” di Carlo Coronati, stampata in 3.500 copie, Edizioni il Lupo torna così a perlustrare gli angoli della città eterna offrendo ai cicloamatori e ai turisti un ventaglio di scelte e possibilità, con itinerari che possono poi essere utilizzati anche su app (una lista ne è indicata dallo stesso autore). Il libro gode del patrocinio di RomaNatura.

“Sport, salute e cultura costituiscono il proposito di questo libro – afferma Carcione – che è una novità anche perché a Roma, da un paio d’anni, fioriscono piste ciclabili che ampliano finalmente gli spazi destinati alle biciclette e contribuiscono a collegare zone differenti di una città sconfinata ed anche molto verde, tra le più verdi d’Europa. Mi auguro che la lettura di quest’opera rappresenti uno stimolo di esplorazione della città a più livelli, tra vicoli, borghetti, parchi cittadini e monumenti, e che non solo chi ama le lunghe pedalate potrà apprezzare questa immersione in una città con tante storie da raccontare. Il cicloturismo non è solo un’opportunità di benessere psicofisico ma anche culturale, un impegno per far emergere una città “invisibile” e per sognare ed avvicinarsi a una città “vivibile”.

La prefazione del libro è scritta da Eugenio Patanè, Assessore alla Mobilità di Roma Capitale: “Ho accettato con molto piacere questo invito a scrivere – afferma – perché è un testo, unicum nel suo genere, capace di unire mirabilmente, attraverso un filo rosso incantevole e suggestivo, gli interessi degli amanti delle passeggiate in bicicletta alle emozioni straordinarie che solo una città dalle bellezze ambientali, artistiche, storiche e culturali come Roma riesce a trasmettere ai suoi visitatori. Spero che la bicicletta come mezzo di trasporto entri nella cultura dei romani poiché la mobilità attiva rappresenta una risorsa preziosa per combattere il cambiamento climatico e rendere i nostri luoghi migliori e più sicuri. Mi auguro, infine, che questo prezioso libro possa essere ampliato, nella sua prossima edizione, con la mappatura del GRAB, Grande Raccordo Anulare delle Bici, progetto partecipato di anello ciclopedonale accessibile a tutti che sarà ultimato a Roma entro il 2026.”

ROMA IN BICI
Un museo all’aperto
di José M. Carcione
(Edizioni il Lupo)
pp. 168, € 20,00
ISBN 9788888450872

Edizioni Il Lupo
info@edizioniillupo.it
edizioniillupo.it

credit foto apertura: pexels Fineas Anton

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl