Home Turismo lento I love Francigena diventa “for all”

I love Francigena diventa “for all”

da Redazione
13 letture

Sono aperte le iscrizioni per l’iniziativa gratuita nata in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene per sensibilizzare e mostrare il “work in progress” del percorso sul tratto canavesano. Una camminata per scoprire, passo dopo passo, un patrimonio di bellezza, architettura, culture, religioni e comunità. È “I love Francigena-for all”, appuntamento gratuito che si terrà il 25 maggio organizzato da Regione Piemonte in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF) e aperto alle associazioni e al pubblico.

Questo il programma:
h. 8:00 ritrovo a Viverone presso la piazzetta davanti al bar “Il porticciolo” (link google maps) sul lungo lago.
h. 9.30: trasferimento in pullman a Ivrea presso la piazza del municipio e inizio della camminata.
h. 13.00: sosta a Bollengo presso la chiesa dei Santi Pietro e Paolo e pranzo al sacco.
h. 14.30: ripartenza.
h. 17.00: arrivo nella piazza del Municipio di Viverone.

Percorrenza totale: circa 20 km. Max 100 partecipanti, accompagnamento di 4 guide escursionistiche.

“I love Francigena-for all” è la prova generale per le successive iniziative pubbliche del progetto “Via Francigena for all”, presentato in risposta al bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la realizzazione di iniziative turistiche sempre più accessibili e inclusive. L’evento del 25 maggio sarà anche l’occasione per far conoscere le nuove aperture relative al progetto “Chiese a porte aperte” come, ad esempio, la chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Bollengo. In un’ottica di innovazione che guarda alle esperienze inclusive a 360°, la camminata ha lo scopo di far conoscere gli interventi di accessibilità sul tratto canavesano Ivrea-Viverone.

“Via Francigena for all” si inserisce all’interno di “I love Francigena”, una serie di appuntamenti annuali organizzati in tutta Italia e all’estero: fondata nel 2001, l’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), in qualità di unico soggetto abilitato ufficialmente dal Consiglio d’Europa, dialoga con istituzioni europee, regioni, collettività locali.
Gli itinerari – che offrono l’opportunità unica di conoscere sezioni del cammino attraverso il suo patrimonio culturale, naturale e prodotti della gastronomia locale – uniscono viandanti, pellegrini, appassionati, associazioni locali e tour operator alla scoperta del territorio. Obiettivo generale è la promozione del cammino sulla Via Francigena attraverso l’educazione ambientale, il turismo sostenibile e slow, il coinvolgimento delle comunità locali e stakeholders, il controllo del percorso e della segnaletica, la promozione e la visibilità.
Qui il Link al form di iscrizione
Maggiori info sull’avanzamento del progetto “Via Francigena for all” su visitpiemonte.com

 

Descrizione percorso

Complessivamente, il percorso della Via Francigena Morenico-Canavesana, compreso fra il tratto Valdostano e quello Biellese-Vercellese, si sviluppa per 50 km circa attraversando i territori di 10 Comuni.

Il tratto interessato dalla camminata del 25 maggio “I love Francigena for all” parte da Ivrea Patrimonio Unesco “Città industriale del XX Secolo” (che vale una visita con il Castello delle Rosse Torri, la Cattedrale dell’Assunta, le sue chiese, il Maam il Museo a cielo Aperto dell’Architettura Moderna olivettiana, il Museo Laboratorio Tecnologic@mente, l’Archivio Storico Olivetti, l’Archivio Nazionale del Cinema d’Impresa, il Museo Civico Pier Alessandro Garda).

Si parte dal centro di Ivrea e attraverso sentieri pianeggianti si prosegue per Cascinette d’Ivrea, che sorge su uno sperone roccioso. Qui merita una sosta il suggestivo Lago di Campagna, di origine glaciale come tutti i laghi dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea.

Bollengo Chiesa dei Santi Pietro e Paolo – foto Paolo Meitre Libertini

Il sentiero continua lungo fitti boschi e campi coltivati, toccando Burolo e Bollengo, quest’ultimo antico borgo franco originato nel 1250 dagli insediamenti di Pærno e Pessano. Si giunge quindi alla Chiesa dei Ss. Pietro e Paolo (XI sec.), caratterizzata dall’ingresso attraverso il campanile, al centro della facciata, mentre all’interno si individuano i resti di affreschi risalenti al XV sec. e forse attribuibili a Domenico della Marca di Ancona.
La tappa successiva è Palazzo Canavese, di probabile origine romana come testimoniano alcuni resti attribuibili a tale periodo. Il centro storico, arroccato su un terrazzo affacciato in posizione panoramica sull’estesa pianura, conserva la Torre Campanaria, evidente testimonianza dell’impianto urbano medioevale.

 

Salendo lungo la collina morenica si giunge a Piverone, sorto nel XIII sec. dall’unione dei borghi di Unzasco e Livione, di cui sono giunti fino a noi i resti della piccola Chiesa di San Pietro detta Gesiun (XI sec.), unica per il suo tiburio cubico che si sviluppa in un campanile sormontato da una copertura piramidale: degli affreschi del presbiterio resta un piccolo frammento che raffigura una mano che regge un libro e due chiavi, attributi di San Pietro.
Da qui si gode di un bellissimo panorama sulla sponda biellese del Lago di Viverone, dove la Via Francigena tocca il Castello di Roppolo, sede dell’Enoteca Regionale della Serra, e prosegue per Cavaglià e Santhià.

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl