Home Mete Italia Scoprire storia, arte e natura in Valle Olona

Scoprire storia, arte e natura in Valle Olona

da Redazione
63 letture tempo di lettura 4 minuti valle fiume Olona - foto V. Cesaretto

Una bella iniziativa, in provincia di Varese, per scoprire più da vicino il territorio solcato dal fiume Olona e degli insediamenti che si sono sviluppati ai bordi delle sue sponde in secoli di storia. Dall’area di Castelseprio, con il parco archeologico che cela importanti testimonianze di origine longobarda, fino al corso del fiume che, tra il confine con la Svizzera e Marnate, racconta oltre 500 anni di storia. A guidare in questo particolare viaggio che attraversa tutto il 2022 è Archeologistics – percorsi di ricerca oltre la superficie – in prima linea nella divulgazione del patrimonio storico, artistico e naturale che caratterizza questa fetta di territorio della provincia di Varese.

«La Valle Olona è al centro di numerose progettualità: alcune riguardano la divulgazione storico-artistica e naturalistica, altre investono le infrastrutture come, ad esempio, il sentiero di collegamento tra Castelseprio e Torba, atteso da anni, ma anche gli interventi di collegamento della ciclabile di Valle con le altre ciclabili nazionali ed europee», spiega Elisa Del Galdo di Archeologistics. «Sono molti i soggetti che credono e investono in questo territorio. Del resto, la Valle Olona conserva alcune tracce fondamentali: dai confini del mondo classico che troviamo a Torba, al mondo monastico e sino al Rinascimento di Castiglione Olona, a simboleggiare i valori dell’umanesimo che si fanno concreti anche nel disegno degli spazi e nella cura della loro bellezza. E poi luoghi meno noti, ma testimoni di un passato recente che ci ha permesso di costruire su basi solide la comunità attuale: l’area del bunker di Marnate è testimone dello scontro fra partigiani ed esercito tedesco ed è oggi curata dall’ANPI locale; il sanatorio di Villa Greppi a Olgiate è l’esempio concreto di una filantropia rivolta a tutelare la salute dei bambini».

Luoghi oggi interconnessi, uniti da una pista ciclabile lunga 19 km, che richiedono ancora una maggior attenzione e tutela, ma «che rappresentano un valore importante, per la qualità della vita dei residenti e come attrattore per chi arriva da fuori», continua. La parte naturalistica è curata dal Parco Pineta e da Astronatura: un lavoro di rete che dà ottimi frutti

Il primo pacchetto di appuntamenti è dedicato a Castelseprio e prevede – dal 10 aprile al 2 ottobre – percorsi con archeologi, laboratori naturalistici e visite guidate per adulti e bambini. In totale otto date che portano alla scoperta del parco archeologico, della vita com’era nel medioevo, dei ritrovamenti nel castrum, del bosco e degli animali del passato. Alcuni dei percorsi sono abbinati a un libro: la visita infatti parte dalle pagine di un volume in linea con il tema della giornata per svilupparsi tra i reperti di Castelseprio. Altre iniziative, come quella del 10 aprile dedicata alle meridiane, contengono dei laboratori per bambini. Il programma, promosso da Parco Pineta e Parco sovracomunale Rile Tenore Olona, rientra tra le attività del PIC – Piano Integrato della Cultura – Siti Unesco e via Francisca del Lucomagno finanziate da Regione Lombardia.
Tutte le iniziative proposte sono gratuite, occorre però iscriversi: bit.ly/CastelseprioPIC2022
Info: eventi@parcopineta.org
Programma completo: https://bit.ly/PICcastelseprioprogramma

Il secondo ciclo di iniziative prevede invece otto escursioni lungo il MuLM, il Museo più Lungo del Mondo, progetto interregionale di collegamento culturale tra Italia e Svizzera. Focus è l’area tra Viggiù e Marnate, andando alla scoperta di come il fiume Olona abbia caratterizzato la vita in quasi 500 anni di storia. Dai mulini alle ville, dalla lavorazione della pietra fino ai cotonifici, dalla devozione alla produzione di birra, con tappe obbligate a quell’isola di Toscana in Lombardia che è Castiglione Olona. Il ciclo prevede già sabato 9 aprile “Castelseprio e Gornate: archeologia e fede”, ovvero dal Castrum al santuario della Madonnetta e alla chiesetta di San Michele Arcangelo. Il programma del MuLM per la valorizzazione della Valle Olona ha come capofila il comune di Olgiate Olona. Tutte le escursioni sono gratuite.
Prenotazione obbligatoria: info@archeologistics.it / 328.8377206.
Programma completo: bit.ly/MULMprogramma2022

Archeologistics
Fondata nel 2004, è una realtà varesina impegnata nella divulgazione e conoscenza dei beni culturali. Progetta e realizza servizi di gestione museale, educazione al patrimonio, visite guidate e turismo culturale. In Lombardia opera in tutti i quattro siti Unesco Patrimonio dell’Umanità della provincia di Varese e collabora con le principali istituzioni del territorio e con il Ministero per i Beni Culturali. Fornisce consulenza per musei, monumenti e aree archeologiche, luoghi d’interesse storico-artistico e progetta percorsi per scuole e pubblico specialistico. www.archeologistics.it

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl