Home Eventi Castello di Miradolo, tornano le camelie

Castello di Miradolo, tornano le camelie

da Redazione
183 letture

Il Parco del Castello di Miradolo ospita oltre 130 giovani esemplari di camelie, moltissime delle quali uniche in Italia, propagate da piante vetuste appartenenti a due tra le collezioni più antiche e prestigiose d’Italia, provenienti dal giardino dell’ex Albergo Eden di Verbania Pallanza e dal Parco di Villa Durazzo Pallavicini di Genova Pegli. Alle trenta camelie ottocentesche introdotte dalla Contessa Sofia Cacherano di Bricherasio, ultima discendente della famiglia e proprietaria del castello fino al 1950, si affiancano così le 130 nuove cultivar, recuperate e salvate dall’abbandono. La collezione di Miradolo offre fioriture a scalare con colorazioni dal bianco puro sino al rosso intenso, passando per le diverse sfumature di rosa.

Il progetto ha preso il via nel 2019 con l’obiettivo di mantenere e far sopravvivere un ingente patrimonio botanico formato per il 50% da esemplari unici in Italia, oltre alle piante madri decisamente vetuste, in alcuni casi a rischio estinzione. Nel 2020 è stato avviato lo studio e la caratterizzazione dei giovani esemplari introdotti nel Parco del Castello di Miradolo e di quelli già esistenti, da parte di un gruppo di esperti dell’Università degli Studi di Torino e dalla Società Italiana della Camelia di Verbania, con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando Luoghi della Cultura 2019.

Per tutto il mese di marzo 2023 sono in programma appuntamenti didattici a tema, incontri e degustazioni di the, occasioni uniche di approfondimento e di promozione della cultura botanica e del paesaggio.

Il programma
Domenica 5 marzo ore 10.30
Fresco, pensile e verde. Un giardino verso oriente Nella prima attività per famiglie in programma si gioca con un metodo di coltivazione giapponese creativo e fantasioso: il Kokedama. Raccogliendo idee nelle sale della mostra “Christo e Jeanne Claude. Projects” e tanti materiali dal parco, ogni partecipante potrà realizzare un piccolo giardino molto speciale (che vola…), e portare a casa il proprio tocco di Oriente. Attività per famiglie con bambini 3-5 anni. Costo: L’attività è gratuita fino ai 5 anni. Per i genitori e gli accompagnatori l’attività è compresa nel biglietto di ingresso alla mostra o al parco, gratuito per possessori Tessera Abbonamento Musei. ore 11 e 15 Visita guidata al parco Un tour tra alberi monumentali e specie esotiche, scorci pittoreschi, l’orto del Castello e il suo Camelieto diffuso. A cura di Andrea Pelleriti, architetto paesaggista e agronomo. Costo: 6 euro per la visita guidata + biglietto di ingresso al parco o alla mostra, gratuito per possessori Tessera Abbonamento Musei.

Sabato 18 marzo ore 11 e 15
Visita guidata al parco Un tour tra alberi monumentali e specie esotiche, scorci pittoreschi, l’orto del Castello e il suo Camelieto diffuso. A cura di Andrea Pelleriti, architetto paesaggista e agronomo. Costo: 6 euro per la visita guidata + biglietto di ingresso al parco o alla mostra, gratuito per possessori Tessera Abbonamento Musei. ore 15.30 Camelie e colori. La pittura calligrafica dei fiori Passeggiando tra le piante di camelie del parco, tra angoli di ombra e spicchi di sole, si scopre l’arte giapponese dei Kakemono, affascinanti dipinti verticali, dipingendo composizioni floreali primaverili con le quali decorare le pareti domestiche. Costo: 8 euro bambini dai 6 anni, gratuito fino ai 5 anni. Per i genitori e gli accompagnatori l’attività è compresa nel biglietto di ingresso alla mostra, gratuito per possessori Tessera Abbonamento Musei.

Domenica 26 marzo ore 16.30

Degustazione Nihon-Cha. Il Giappone e i suoi tè L’arrivo del tè in Giappone, le sue peculiarità di gusto, le sue caratteristiche in base a terroir, cultivar e tecniche di lavorazione: un piccolo assaggio delle tante meraviglie che il tè giapponese può offrire. Saranno preparati e serviti in degustazione quattro diversi tipi di tè. A cura di Camellia, il tempo del tè. Costo: 25 euro, comprensivo di ingresso al Parco con audioracconto.

Castello di Miradolo, via Cardonata 2, San Secondo di Pinerolo (TO)
Tel. 0121 502761
www.fondazionecosso.com

La prenotazione è obbligatoria.

Biglietti:
Mostra – 15 euro intero, 12 euro ridotto (gruppi, over 65, convenzioni), 10 euro ridotto 15-26 anni, 8 euro ridotto 6-14 anni, gratuito (0-5 anni, Abbonati Musei e Torino+Piemonte Card, Passaporto culturale, disabilità e accompagnatori), 5 euro Carta Giovani Città di Pinerolo, 4 euro ridotto scuole. Audio guida mostra 6 euro, incluso nel biglietto per i bambini fino a 14 anni kit didattico Da un metro in giù

Parco – 6 euro intero, 5 euro Carta Giovani Città di Pinerolo, gratuito 0-5 anni, Abbonati Musei e Torino+Piemonte Card, Passaporto culturale, disabilità e accompagnatori. Incluso nel biglietto audio racconto stagionale in cuffia per scoprire le ricchezze botaniche del Parco e le sue suggestioni romantiche. Il percorso cambia ad ogni stagione.

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl