Home Eventi Fermento di birra, a Saluzzo il festival delle birre artigianali

Fermento di birra, a Saluzzo il festival delle birre artigianali

da Redazione
57 letture tempo di lettura 3 minuti

Riaperte le piazze, dopo due anni di difficoltà dovute alla pandemia, riesplode prepotente la voglia di aggregazione. Tra kermesse, rassegne e manifestazioni scoppia il desiderio di stare in piazza e magari brindare all’estate e alle serate in compagnia. Una bella occasione ci arriva dalla dodicesima edizione di C’è Fermento, la rassegna dedicata alla birra artigianale di qualità a Saluzzo, ai piedi del Monviso, che torna da giovedì 16 a domenica 19 giugno 2022.
Dopo due anni la manifestazione si ritrova nella sua forma più grande (dopo un’edizione minore nel 2021) con i suoi stand nei cortili di FAB – Fondazione Amleto Bertoni – che cura l’organizzazione del festival in collaborazione con la Città di Saluzzo e con il Comitato per la Condotta Slow Food del Marchesato di Saluzzo.
La dodicesima edizione della kermesse si svolgerà nella consueta data primaverile, per festeggiare l’arrivo del solstizio d’estate con un momento di convivialità che è entrato nel cuore degli appassionati e non solo.

C’è Fermento, Salone delle birre artigianali si conferma uno degli appuntamenti più attesi e importanti del settore a livello nazionale, un punto di riferimento per birrai, intenditori e amanti della birra. Il momento per tornare nei cortili della FAB è arrivato, anche per valorizzare il rinnovamento della location. In questi due anni, infatti, l’ex Caserma Musso (https://goo.gl/maps/phNUeU2e5srXRD16A) è stata al centro di un grande progetto di riqualificazione che ha segnato la trasformazione ne “Il Quartiere”, grazie al quale oggi la città può usufruire di un polo socio culturale all’avanguardia e unico nel suo genere.

C’è Fermento 2022 propone birra, formazione, ma anche convivialità con una proposta di street food dedicata all’occasione. Ben venti i birrifici da tutta Italia che espongono, per un totale di 120 birre alla spina, 11 cucine di strada, quattro giorni di grande festa, in cui la protagonista assoluta è la birra artigianale italiana, da Nord a Sud, in una proposta attentamente selezionata dalla Guida alle Birre d’Italia Slow Food e dal comitato scientifico formata da Luca Giaccone e Francesco Nota.

Per prepararsi al meglio alla manifestazione, è previsto un percorso di avvicinamento che si svilupperà nelle settimane precedenti e che ha come punta di diamante la Collaboration beer dedicata a C’è Fermento 2022, creata appositamente per questa edizione. C’è Fermento si conferma come il salone per scoprire le migliori birre artigianali del territorio e nazionali, ma anche incontrare i Mastri birrai di tutta Italia che ne sveleranno segreti e curiosità sulla lavorazione, produzione e abbinamenti.

Accanto a percorsi tematici e momenti di approfondimento, con proposte sia per gli intenditori che per i curiosi, C’è Fermento presenta un calendario di appuntamenti OFF: eventi collaterali, musica diffusa e live con la partecipazione di Radio Beckwith, laboratori e visite sul territorio che coinvolgono un pubblico molto eterogeneo, per luogo di provenienza ed età. Resta invariato l’ingresso gratuito al Salone, così come la formula di acquisto delle birre, esclusivamente tramite gettoni del valore di 2,50 euro l’uno. C’è Fermento si conferma anche quest’anno family friendly, grazie ad uno spazio gioco e attività per i più piccoli.

Info:
http://cefermento.fondazionebertoni.it
segreteria@fondazionebertoni.it
Tel. 0175/43527 – 346/9499587

Area sosta camper
via Giambattista Bodoni, 66 – Saluzzo CN
GPS 44.638567997579784, 7.491790820243276
https://goo.gl/maps/tEEKh5KuECrPirsX6

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl