Home Turismo lento Agri e Slow Travel Expo, la Fiera dei Territori

Agri e Slow Travel Expo, la Fiera dei Territori

da Redazione
133 letture

Il turismo slow è un trend in costante crescita: sempre più persone prediligono il viaggio lento all’insegna della sostenibilità, della natura e dello sport. Secondo uno studio sul turismo outdoor realizzato da Enit, Agenzia Nazionale del Turismo nell’estate 2022, tra i 25 milioni di italiani che hanno programmato una vacanza, uno su cinque ha scelto una struttura outdoor. Una recente ricerca promossa dal Centro di Ricerca sulla Televisione e gli Audiovisivi dell’Università Cattolica di Milano, il turismo lento è destinato a diventare un trend strutturale. L’Italia dei piccoli borghi e di tutte quelle località e luoghi alternativi che non vengono intercettati dal turismo di massa.

Questo nuovo modo di viaggiare, lento, sostenibile ed emozionale, sempre più apprezzato, è il protagonista di Agri e Slow Travel Expo, la Fiera dei territori, che torna dal 30 marzo al 2 aprile 2023 alla Fiera di Bergamo. Una manifestazione dedicata al turismo slow e outdoor vuole far scoprire i territori non solo come mete ma come esperienze autentiche. Destinazioni che si promuovono attraverso la natura, l’arte, la cultura, le tradizioni e cammini, trekking, itinerari in bicicletta, vie d’acqua e percorsi spirituali.

Agri e Slow Travel Expo vuole promuovere proprio queste destinazioni meno note, ma sempre più amate e ricercate: piccoli borghi, località di montagna dalle antiche tradizioni, cittadine ancora poco conosciute attraverso percorsi nella natura, itinerari artistici e culturali, le tradizioni e il buon cibo. Non solo stand, ma vere e proprie esperienze da vivere, che accompagneranno i visitatori alla scoperta di un nuovo modo di viaggiare.

Due i momenti principali attorno ai quali ruoterà la manifestazione. Il 30 e 31 marzo 2023 la fiera sarà aperta esclusivamente per gli operatori di settore, principalmente italiani, ma con significative partecipazioni da altri paesi europei ed extraeuropei. Dal 31 marzo al 2 aprile 2023 la fiera aprirà le porte al pubblico, che potrà apprezzare in modo attivo e coinvolgente le reali opportunità del turismo slow ed esperienziale. L’ingresso alla fiera sarà gratuito.

L’Italia in cammino e in bicicletta
Sono circa 18.000 i chilometri di itinerari cicloturistici che attraversano l’Italia. Ciclovie e percorsi che accompagnano alla scoperta del territorio su due ruote in modo lento, offrendo la possibilità di conoscere in tranquillità il luogo che si visita. Tracciati per chi pratica sport, ma anche adatti a chi decide di lasciare le mete più famose e gettonate per addentrarsi nella natura, conoscere su due ruote realtà più piccole e luoghi d’arte. Da Nord a Sud saranno tanti gli itinerari cicloturistici che presenteranno la loro proposta ad Agri e Slow Travel Expo.
Un modo altrettanto affascinante di viaggiare in modo lento sono i Cammini. Il più famoso è sicuramente quello di Santiago, ma anche l’Italia è ricca di cammini, circa un centinaio, che invitano a scoprire il nostro paese in modo sostenibile. Una vacanza diversa, scelta sempre da più persone, affascinate dall’idea insolita, ma avvincente di spostarsi lentamente alla ricerca e scoperta di nuovi territori, prendendosi tutto il tempo necessario per addentrarsi nelle realtà che si visitano.

La montagna e le vie d’acqua
La montagna avrà uno spazio importante ad Agri e Slow Travel Expo, anche in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Esibizioni e prove di abilità coinvolgeranno il pubblico con l’obiettivo di avvicinare nuovi appassionati alla montagna e alle infinite esperienze che è in grado di offrire in ogni stagione. Non solo sport invernali, ma anche trekking e passeggiate nella natura, percorsi per mountain bike, itinerari tra i rifugi in alta quota alla scoperta delle vette più belle. Un focus importante sarà riservato alle Vie d’acqua: una buona gestione delle risorse idriche dei territori rappresenta infatti un’opportunità spesso inaspettata per i territori per il loro sviluppo come destinazione turistica.

Itinerari enogastronomici
Numerose anche le esperienze enogastronomiche in fiera, come il Villaggio delle sagre di qualità, organizzato da Unpli, Unione Proloco Italiane, che porterà ad Agri e Slow Travel Expo l’Italia del gusto, dei prodotti tipici e dei sapori delle tradizioni. L’enogastronomia sarà il filo conduttore della Fiera dei territori, perché è proprio attraverso il cibo che si scopre la vera identità di un luogo. Un’area sarà dedicata proprio a “gustare i territori” attraverso prodotti della cucina popolare. Uno spazio verrà riservato anche al folklore, come patrimonio immateriale dei territori da salvaguardare, valorizzando musiche, danze, canti, abiti e dialetti, parte fondamentale della cultura dei territori.

Info: Fiera di Bergamo, via Lunga s. n. – Bergamo

https://goo.gl/maps/M2tkKk65xvrP9zdm7

agri-slow-travel@promoberg.it
www.agritravelexpo.it

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl