Home Mete Estero A febbraio Bright Brussels, Festival delle Luci nella capitale fiamminga

A febbraio Bright Brussels, Festival delle Luci nella capitale fiamminga

da Redazione
51 letture tempo di lettura 4 minuti Bright Brussels Festival - foto Eric Danhier

E’ uno degli appuntamenti più attesi nella capitale fiamminga: torna anche quest’anno a metà febbraio “Bright Brussels” il celebre festival della light art organizzato da Visit Brussels. L’evento, gratuito per i visitatori, si svolge dal 10 al 13 febbraio: per quattro sere, palazzi e monumenti più significativi della capitale belga sono protagonisti di una ventina di suggestive installazioni luminose, create per l’occasione da artisti, architetti e designer locali ed internazionali.

Per il 2022 le opere saranno posizionate lungo un percorso che si snoda tra il Quartiere Reale, il Quartiere Europeo e il Quartiere Flagey. Inedita la “Hyperform”, realizzata da un pool di artisti brussellesi attraverso l’impiego di 250 laser che formano speciali figure geometriche tridimensionali, in una continua alternanza di linee e curve, giocando tra ombra e luce, spazio e tempo, natura e tecnica. Altrettanto visionaria “FloWeЯ PoWeЯ”, che mescola tecnologia digitale ed elettromeccanica trasformando la luce in materia, per ricreare spirali e forme concentriche, ispirate agli anelli di Saturno.

I girasoli di Vincent Van Gogh al Brigth Brussels Festival

Ispirato all’arte un classico senza tempo “Sunflowers for Vincent Van Gogh”, opera composta da 69 girasoli luminosi che fluttuano con il vento, realizzati secondo la tradizione delle lanterne cinesi; sempre in tema floreale, “Floraison” farà letteralmente fiorire il cielo di Bruxelles con centinaia di papaveri artificiali sospesi, che, dopo il tramonto, coloreranno la città con la loro calda luce rossastra.

La facciata della Maison de la Radio a Place Flagey ospiterà “Frequences”, video mapping dedicato alla storia e alla tecnologia della radio, mentre al Quartiere Reale ci si potrà tuffare in un mondo virtuale di forme, luci e colori in “Diving in the Sea of Colors”. Non mancano le opere interattive, come “SMing” che, attraverso un originale software, permette di registrare la propria voce e successivamente moltiplicarla per comporre un coro, da dirigere attraverso una bacchetta in grado di controllare l’intensità e il ritmo delle voci.

Diving in the sea of colors – Bright Brussels

“È diventata una tradizione per le luci di Bright Brussels riscaldarci nel cuore dell’inverno – dichiara Ursula Jone Gandini, Direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles. Dopo l’edizione ‘speciale’ realizzata lo scorso autunno, il festival torna alla sua collocazione abituale e, come ogni anno, permetterà di riscoprire il ricco patrimonio monumentale della città attraverso la magia della luce: il programma prevede anche una serie di eventi collaterali e l’apertura serale dei principali musei della città”.

https://visit.brussels/it

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl