Home Mete Estero Il deposito dell’arte, a Rotterdam

Il deposito dell’arte, a Rotterdam

da Redazione
51 letture Depot Boijmans Van Beuningen a Rotterdam

Add Your Heading Text Here

[rt_reading_time label="Tempo di lettura:" postfix="minuti" postfix_singular="minuto"]

L’Olanda è sicuramente una delle mete europee preferite dai camperisti per le ottime strutture dedicate al turismo in libertà e per le interminabili piste ciclabili che la solcano ovunque, per una vacanza sostenibile e a misura d’uomo. Dal prossimo 6 novembre, una occasione per visitarla, dedicata agli appassionati d’arte ma che può inserirsi nel contesto di un viaggio nei Paesi Bassi, apre nel Museumpark di Rotterdam il “Depot Boijmans van Beuningen”: il più grande deposito di arte al mondo viene aperto al pubblico. I visitatori avranno la possibilità di guardare nel retroscena dell’intera collezione del museo Boijmans Van Beuningen che si trova a poca distanza. Il ricco patrimonio del museo è infatti esposto solo in parte a causa degli spazi limitati, insufficienti per esporre l’intera collezione. Da qui è nata l’idea del Depot.
Infatti, molti dei più grandi musei al mondo sono in grado di esporre solo una piccola parte delle proprie collezioni; il resto è custodito in magazzini ampi e sicuri, ovviamente non accessibili al pubblico. “Depot Boijmans van Beuningen” rompe questa tradizione e rende visibili le opere d’arte invisibili. Un unicum mondiale davvero insolito e che vale la pena di essere citato.

Il Depot è impostato su una dinamica diversa da quella dei musei tradizionali, non ospita mostre o esposizioni a tema, ma permette di aggirarsi fra le 151mila opere d’arte della collezione e di osservare da vicino le operazioni di conservazione e restauro. Il pubblico potrà scoprire cosa accade dietro alle quinte di un museo.
La collezione è distribuita in diversi “sotto-depositi”, ognuno dei quali dispone di un impianto climatico con livelli di temperatura e umidità impostati secondo le esigenze delle diverse opere d’arte, raggruppate secondo un criterio originale: non per stile, epoca o artista ma sulla base delle esigenze climatiche che le accomunano.
Gli oggetti sono avvolti, appesi o esposti in vetrine; i pezzi forti sono esposti in una delle tredici grandi vetrine sospese nell’atrio.

Il design
Il progetto del Depot, realizzato dal famoso studio di architettura MVRDV di Rotterdam sotto la guida del co-fondatore Winy Maas, è esso stesso un’opera d’arte che merita la visita: raggiunge un’altezza di 39,5 metri, la stessa altezza della torre dell’adiacente Museo Boijmans van Beuningen. La sua forma ovoidale lo rende un edificio aperto a 360 gradi, con una base piccola e l’area del tetto più ampia. L’edificio è composto da 6.609 metri quadrati di vetro, divisi in 1.664 pannelli a specchio che riflettono il paesaggio urbano circostante.

Non solo opere d’arte
Dai 35 metri di altezza, sul tetto della struttura, si gode una bellissima vista panoramica sullo skyline di Rotterdam. Qui si trovano un giardino pensile popolato da 75 betulle a più fusti appositamente coltivate e 25 abeti, oltre ad un accogliente spazio per eventi “Coert” e il ristorante “Renilde”, gestito dal pluripremiato chef Jim de Jong. Il particolarissimo edificio alto più di 39 metri è l’ennesimo esempio, nella dinamica città portuale di Rotterdam, di sinergia tra pubblico e privato: l’operazione vede infatti coinvolti il Consiglio comunale di Rotterdam, il Museo Boijmans Van Beuningen e lo Stichting De Verre Bergen, un’organizzazione filantropica che dal 2011 sostiene progetti per il miglioramento della qualità della vita in città.

Skyline di Rotterdam dalla terrazza panoramica del Depot

Depot Boijmans Van Beuningen
Museumpark 24
NL 3015 CX Rotterdam
https://www.boijmans.nl/en/depot

GPS 51.91456237194323, 4.471874369614111
https://goo.gl/maps/jgvsqwMBn3DVRbcu6

foto: Iris Van Den Broek – Ossip Van Duivenbode

Condividi l'articolo

Potrebbe interessarti

Gli ultimi articoli

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl