Home Mete Estero Wild Atlantic Way in Irlanda

Wild Atlantic Way in Irlanda

da Redazione
15 letture Scogliere di Moher

Quest’anno celebra il suo 10° anniversario il più lungo itinerario turistico costiero del mondo: la Wild Atlantic Way. Questo celebre percorso si snoda per 2.500 chilometri lungo l’aspra costa occidentale dell’Irlanda, partendo dalla contea di Cork a sud e arrivando fino alla contea di Donegal a nord, l’estremo settentrionale dell’isola.
Con 188 Discovery Point lungo il tracciato, nei suoi primi dieci anni di vita, l’itinerario ha portato i viaggiatori a scoprire località poco conosciute dell’Irlanda occidentale, attirando circa due milioni di visitatori in più ogni anno (+29% rispetto al 2013) e aumentando del 57% la spesa dei turisti stranieri. La Wild Atlantic Way ha così contribuito alla crescita di una fiorente industria turistica, che sostiene 121.000 posti di lavoro e genera un indotto di 3 miliardi di euro, fondamentale per l’economia locale e nazionale (si veda il report nella cartella stampa).

Attraversando nove contee costiere, questo percorso epico è punteggiato da baie e scogliere, grotte e formazioni rocciose scolpite dal mare nel corso dei millenni. Grazie alla sua bellezza cinematografica e ai suoi paesaggi selvaggi, ha attirato l’attenzione di alcuni dei più grandi registi e produttori televisivi del mondo: film come “Star Wars”, “Gli spiriti dell’isola”, “Normal People” e il classico “La figlia di Ryan” sono stati girati qui.

La Wild Atlantic Way offre un’esperienza senza pari, che può essere affrontata a piedi, in bicicletta o in macchina, in qualsiasi periodo dell’anno. E’ possibile trascorrere pomeriggi di puro relax su una delle 63 incantevoli spiagge lungo il percorso, immergendosi completamente nella bellezza naturale. Con ben cinque parchi nazionali a disposizione, è possibile vivere un autentico contatto con la natura, godendo della sua maestosità e della sua diversità.
Questo luogo straordinario è una vera e propria mecca per gli amanti dell’avventura, con le sue 26 isole abitate e numerose isole disabitate, campi da golf di fama mondiale, due Dark Sky Reserves e il famoso sito di Skellig Michael, riconosciuto come patrimonio mondiale dell’UNESCO. Non mancheranno certo le opportunità di vivere emozioni uniche e indimenticabili lungo il percorso.

Ma non è solo la natura a rendere la Wild Atlantic Way così speciale, è anche la sua gente. La rinomata ospitalità irlandese ti accoglierà a braccia aperte, facendoti sentire come a casa. Immergersi nei ritmi coinvolgenti di una session di musica tradizionale, assaporare prelibatezze a base di pesce freschissimo e gustare piatti tipici che riflettono l’amore per i prodotti locali.

Doolin Inn

Questa magnifica strada costiera offre una vasta gamma di esperienze, dalle premiate distillerie di whisky a strutture di soggiorno mozzafiato, come i suggestivi fari e i maestosi castelli. E provare l’autentica cucina irlandese in accoglienti caffè a conduzione familiare.
E non dimentichiamo i pub! Lungo la Wild Atlantic Way potrai immergerti nell’autentico spirito irlandese, visitando tradizionali pub a Dingle, pub musicali a Westport o tanti altri locali affacciati sull’oceano, che regaleranno momenti di pura poesia.

Dove andare: un viaggio da sud a nord

Beara Bowl West contea di Cork

Contee di Cork e Kerry
Cork e Kerry sono le contee più a sud della Wild Atlantic Way e offrono penisole frastagliate che si gettano nel mare con imponenti e aspri promontori e laghi cristallini, circondati valli boscose.
Kinsale, nella contea di Cork, segna l’inizio della Wild Atlantic Way ed è un affascinante prologo della scenografica costa di questa contea, con i suoi splendidi borghi e le sue località spettacolari, come la Mizen Head Signal Station, il punto più a sud-ovest dell’Irlanda, noto per il suo ponte su un piccolo, ma profondo, fiordo roccioso.
Anche la contea di Kerry è famosa per le sue attrazioni di grande impatto, tra cui la strada panoramica Ring of Kerry e la penisola di Dingle, oltre che per una rarità unica quale Skellig Michael, sito monastico del 6th secolo e location del film Star Wars.

Skellig Michael, Contea di Kerry

Contee di Limerick e Clare
La strada N69, che costeggia l’estuario dello Shannon, porta proprio al Foynes Flying Boat & Maritime Museum, luogo di nascita dell’Irish coffee! La città di Limerick vanta uno dei più bei castelli normanni del mondo, il King John’s Castle, oltre a vivaci pub affacciati sul fiume, che la divide in due parti.
Una volta arrivati a Clare, il paesaggio cambia drasticamente, con la penisola di Loop Head che offre una strada ai confini del mondo e panorami vertiginosi. Risalendo verso nord, tra i punti da non perdere ci sono le Cliffs of Moher, formazioni rocciose che sovrastano l’Oceano Atlantico. Nelle vicinanze, il pittoresco villaggio di Doolin è una porta d’accesso per le Isole Aran e per il lunare paesaggio carsico calcareo del Burren, speciale area protetta. La contea di Clare è famosa, inoltre, per la sua scena musicale tradizionale, che si può apprezzare nei vivaci villaggi di Doolin, Ballyvaughan e Lisdoonvarna.

The Burren, Contea di Clare

Contee di Galway e Mayo
Conviene arrivare a Galway sempre con un po’ di appetito, perché è una delle destinazioni gastronomiche principali della Wild Atlantic Way. Oltre la città si trova il Connemara, una regione selvaggia e spazzata dal vento, descritta da Oscar Wilde come una “bellezza selvaggia”. I visitatori hanno davvero un’ampia scelta, tra luoghi come la fiabesca Kylemore Abbey, lambita da un lago che sembra vetro, e il grazioso villaggio di Roundstone, affacciato sull’oceano.
Una delle attrazioni principali della contea di Mayo è la cittadina di Westport, sulla Clew Bay, con il Matt Malloy’s Pub, sempre aperto per una buona serata di autentica musica irlandese: non a caso il proprietario, da cui prende il nome, è uno dei più importanti esponenti della scena trad. Achill Island, poi, una delle ambientazioni del film “Gli spiriti dell’isola” con la sua Keem Bay è davvero spettacolare. Per un salto nel passato, c’è Céide Fields, un sito neolitico di 6.000 anni fa con vista su una scogliera alta 110 metri.

Contee di Leitrim, Sligo e Donegal

Strandhill beach, Contea di Sligo

Il Ben Bulben, la famosa montagna piatta che compare nelle poesie di William Butler Yeats e nella serie televisiva “Normal People”, annuncia il passaggio del percorso nel nord-ovest. Il sentiero di Yeats unisce le contee Sligo e Leitrim, contea con il tratto costiero più breve di tutta la Wild Atlantic Way, che viene dopo le ampie baie di Sligo, fra cui la celebre Strandhill, sede di una delle migliori scuole di surf d’Irlanda.

contea di Sligo

Il paesaggio selvaggio del Donegal è orlato da chilometri di spiagge deserte, ma il pezzo forte sono le imponenti scogliere di Slieve League. Per chi preferisce qualcosa di più bucolico, il Parco Nazionale di Glenveagh offre foreste, piante esotiche e un castello con un’affascinante storia alle spalle.
Tutta la Wild Atlantic Way, in ogni contea, racconta una storia affascinante e lo fa con uno degli scenari più belli del mondo. Chi la visita non può dimenticarla, anche per l’effetto che fa. E come ha detto JJ Abrams, regista di “Star Wars: il risveglio della forza”, nel corso delle riprese del film: “Questo luogo è una specie di miracolo… poter essere qui è davvero un grande onore”.

www.irlanda.com/WAW

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl