Home Mete Italia Weekend tra Puglia e Basilicata

Weekend tra Puglia e Basilicata

da Redazione
168 letture tempo lettura 5 minuti Il mare Ionio dalla spiaggia di Policoro

A cura di Serena Fiorentino

Appena rientrati la domenica sera dalla vacanza per il viaggio di ritiro del nuovo van in Piemonte (leggi anche https://www.girareliberi.it/2022/04/02/nuovo-camper-nuova-vita-ma-sempre-in-liberta/) e Serena Fiorentino, la nostra amica blogger che ama la vita in libertà in camper, aveva già organizzato il weekend successivo in Basilicata partendo dalla vicina Puglia, insieme ad un gruppo di amici camperisti. Ma leggiamo il resoconto di viaggio di questo breve ma inteso tour, lungo strade davvero poco battute e sconosciute ai più, dalla penna di Serena.

lago artificiale della diga di Monte Cotugno a Senise

Venerdì 1 aprile
Siamo rientrati dalle vacanze domenica sera e lunedì mattina avevamo già organizzato un weekend in Basilicata che avrebbe previsto una prima tappa a Fardella. Area sosta Camper da Gennarino e cena a base di tagliata al ristorante da Biagio (pizzeria Novecento) insieme ad un gruppo di 7 altri camperisti salentini. Martedì comincio a controllare il meteo e prevedeva nuvole; lo ricontrollo mercoledì: pioggia. Ok, aspetta e spera! Venerdì mattina carico il van e aspetto che i bambini escano da scuola. Siamo pronti per partire. Apro i siti internet di 3BMeteo, IlMeteo, MeteoAM… Risultato? Prevista neve!
E cosa si fa in questi casi quando si è dotati di van con gomme m+s se non partire comunque? Questa è la vacanza come piace a noi, quella da decidere strada facendo. Intanto si macinano chilometri, poi si vedrà.

Arriviamo a Fardella (piccolo centro dell’interno della Basilicata lungo la valle del fiume Sinni, ndr) con una temperatura di 0 gradi e tanta di quell’acqua che comincio a pensare sia un pesce d’aprile. Stanchi e infreddoliti entriamo nella pizzeria di Biagio e lo splendido spirito della Lucania ci invade e ci scalda il cuore. Di fronte ad una tagliata di manzo e ad un buon litro di vino rosso, la vacanza prende il verso giusto.

Area sosta Camper a Fardella (comune amico del turismo itinerante) con carico e scarico, elettricità, lavanderia, bagni e docce al costo di 5 euro.
Coordinate GPS 40,1130189, 16,1740734

Sabato 2 aprile
Il forte vento mi sveglia alle 5 del mattino. Uscirei volentieri a sgranchirmi le gambe mentre tutti dormono. Apro il portellone giusto 2 centimetri e l’escursione termica mi fa quasi cambiare idea. Metto un piede a terra e scopro di essere nella nuova “piscina comunale di Fardella”; l’acqua mi arriva alle caviglie. Cambio definitivamente idea; l’appuntamento al bar con il resto del gruppo è alle 9. Mi rimetto al letto e sogno l’estate.
Alle 10:00 abbiamo già conosciuto la metà degli abitanti di Fardella (l’accoglienza lucana è impagabile!): il panettiere, la barista, il macellaio, la signora Vincenza…e siamo già zuppi di neve. Alle 12:00 diamo il via alle danze di un pranzo conviviale che durerà fino alle 15:00 con tanto di gestore dell’area sosta camper che viene a trovarci per farci dono di un ottimo salame della zona, di un fiaschetto di vino e di un enorme vassoio di peperoni cruschi di Senise.

peperoni cruschi di Senise

A questo punto il maltempo è passato in secondo piano. Dopo pranzo usciamo felici sotto la neve e andiamo a casa della signora Vincenza e di suo marito che ci aspettano per il caffè e per farci assaggiare un sorso di vino delle botti della loro cantina.
Partiamo per Policoro con la promessa di tornare presto a Fardella, da Gennarino, Biagio e Vincenza.

P.S. Dopo cena, col rumore delle onde del mare in sottofondo, io e il mio compagno ci siamo sfidati a scala 40. Attenzione: quando usate uno scivoloso mazzo di carte nuovo di zecca, se avete il tavolino della dinette laccato lucido, controllate bene la pendenza del vostro mezzo altrimenti una carta su tre finirà puntualmente per terra a faccia in su.

Parcheggio gratuito a Policoro senza servizi in largo Enotria.
Coordinate GPS 40,1892118, 16,7179583

Domenica 3 aprile
Ci svegliamo di buon’ora sul lungomare di Policoro. Finalmente vediamo il sole e respiriamo tutti i 15 gradi che ci regala questa spiaggia che pare infinita. Un passo dopo l’altro, vaghiamo fino all’oasi WWF di bosco Pantano. “Una foresta sacra… dominata dal silenzio e dall’oscurità misteriosa che regna sotto le immense querce vecchie come il mondo… popolata da una folla pacifica di animali.” (Richard de Saint-Non 1781)
Poco prima dell’ora di pranzo ecco che arriva una telefonata. Il resto del gruppo che era con noi a Fardella fino a ieri si sta spostando a Ginosa, in provincia di Taranto. A quanto pare il freddo e la neve alla fine hanno scoraggiato anche loro. Il tempo di mettere in moto Odisseo (il nostro van) e ci lasciamo alle spalle la Basilicata. Asia (la mia figlia maggiore) è entusiasta della scelta. Giusto poco fa, on line, ha scoperto che il castello di Ginosa è di costruzione normanna e fu voluto probabilmente da Roberto il Guiscardo intorno al 1080… è proprio la lezione di storia che sta studiando per l’interrogazione di domani… Quale miglior modo per fare colpo sulla prof se non arrivare in classe con una foto che dimostri di aver approfondito la lezione “sul campo”? Subito dopo pranzo ci mettiamo subito in marcia.

la gravina di Ginosa

Dal centro storico alla gravina, scopriamo diverse case-grotte e chiese rupestri. Arroccato su di una rupe, inglobato al costone della gravina, troviamo il castello.
Concludiamo qui il nostro weekend. Da domani potremo cominciare a pianificare il prossimo.

Area sosta camper comunale gratuita a Ginosa in via Palatrasio 22
Coordinate GPS 40°34’22.4″N 16°45’41.1″E

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl

Dimensione testo-+=