Home Turismo lento Borghi da raccontare – Roccamadolfi: il Borgo dei briganti

Borghi da raccontare – Roccamadolfi: il Borgo dei briganti

da Redazione
28 letture tempo di lettura 3 minuti

Giuseppe Campochiaro (Viaggia con Wallace) ci conduce per questo nuovo appuntamento a Roccamandolfi, piccolo borgo del Molise in provincia di Isernia di appena 878 abitanti. Si trova nell’estremo sud-est della provincia di Isernia, confina con la provincia di Campobasso e con la provincia di Caserta, nel pieno del territorio aspro del Matese. Nel suo territorio si trova il monte Miletto, la cima più alta (2050 mt) del Massiccio del Matese.

Il borgo è di origine longobarda (Rocca di Maginulfo il nome originario, diventato oggi Roccamandolfi), appartenente alla famiglia reale, che ha lasciato qui un imponente castello normanno di cui oggi si possono visitare i ruderi a poche centinaia di metri dall’abitato attuale. Nelle vicinanze del castello è stato recentemente costruito un ponte Tibetano che scavalca un vallone limitrofo, raggiungibile tramite un sentiero che poi conduce ai ruderi del castello.

Il castello Normanno-longobardo di Roccamandolfi

Il centro storico conserva una Croce stazionaria del 1270, a testimonianza delle lotte contro gli eretici e le antiche “misure”, manufatti in pietra per misurare le granaglie che all’epoca erano una forma di moneta corrente e la chiesa del santo Patrono, un santuario che custodisce le reliquie di San Liberato Martire da oltre 200 anni. È un santo molto venerato in tutta la città e nei paesi limitrofi, e molti pellegrini, durante i giorni dedicati a lui, si recano sul posto come segno di devozione. Il tempio dedicato al San Liberato è costruito nell’abside della più grande chiesa di San Giacomo Maggiore, considerata comunque parte del Santuario dedicato a san Liberato.

il centro storico di Roccamandolfi

In questo antico borgo, ci assicura Immacolata Persichilli con la sua testimonianza su Roccamandolfi, si mangia davvero bene, elencando cosa c’è da assaggiare della cucina locale. Il pensionato Domenico Gianfrancesco ci illustra invece le sue opere astratte, tutte creazioni realizzate con terre locali del Molise.

Roccamandolfi (Isernia)
Chiesa di San Liberato – Via Roma
GPS 41.49305344352629, 14.349834470200532
https://goo.gl/maps/7RK6MdPN34x3o1A87

Castello Normanno-Longobardo
https://goo.gl/maps/EuqAiNAwrSdp4ntx8

Per vedere il video
Viaggia con Wallace – Roccamandolfi
https://www.youtube.com/watch?v=9v5KHpYQ1Zg

Non perderti:

Lascia un commento

GirareLiberi.it é un organo di informazione indipendente in corso di registrazione presso il Tribunale.

Foto, video, documenti, testi ed elaborazioni grafiche pubblicati sono di proprietà della Redazione, degli autori o dei fornitori di GirareLiberi.

Dati, foto, video e contenuti che ci venissero proposti da lettori, fornitori e inserzionisti o terze parti, vengono da noi usati in quanto liberi da diritti. Potranno essere da noi pubblicati senza menzione di origine.   I testi, le foto, le elaborazioni grafiche  e i video editi da GirareLiberi non possono essere copiati o tuttavia utilizzati in forma digitale o cartacea. Non é consentita la diffusi o rielaborazione  anche se solo parziale  senza il consenso espresso della Redazione.

@2021 – P.Iva IT02613410204   GirareLiberi Srl

Dimensione testo-+=