Auto e Moto d’Epoca a Padova

Torna nella città veneta dal 21 al 24 ottobre il salone dedicato ad auto e moto d’epoca con grandi novità, a partire dall’avventura del Motorsport d’epoca, un settore in forte crescita che continua a far sognare i tanti appassionati

Tempo di lettura: 4 minuti
Auto Moto d'Epoca alla fiera di Padova

Particolare attenzione sulle auto sportive di Auto Moto D’Epoca a Padova, la fiera di motorismo storico più importante d’Italia e tra le prime al mondo. Gran Turismo, auto da Rally e modelli speciali sono sempre tra i più apprezzati al salone: nell’edizione 2021 potranno godere di un focus interamente dedicato a loro.
L’edizione 2021 della kermesse vedrà infatti, diffuso tra gli 11 padiglioni e le aree esterne, un palcoscenico speciale dedicato al motorsport d’epoca: dalle barchette e i “siluri” che correvano prima della guerra alle vetture di Formula, ai bolidi del mondiale Turismo passando per le protagoniste dei grandi rally internazionali degli anni sessanta e settanta.

Il Motorsport non sarà l’unica novità per l’edizione 2021 di Auto e Moto d’Epoca. Un altro focus di sicuro interesse sarà dedicato alle “altre” classiche: parliamo di Restomod e propulsioni alternative. Restomod, una delle ultime tendenze in fatto di restauri “creativi”, ovvero capaci di interpretare le grandi auto del passato anche con le tecnologie e gli stili del presente, affiancando alla conservazione e al collezionismo una via in più per dare continuità al patrimonio motoristico. Un filone in rapida ascesa nel mondo dei motori e che oggi si riconosce in una corrente di pensiero consolidata, grazie anche all’interesse di qualche casa automobilistica. In qualche modo è parente del Restomod è anche un altro trend che sta prendendo sempre più piede: la riconversione delle auto in elettriche. Niente più perdite d’olio, divieti di entrare nel centro storico, mantendendo lo stile e la personalità che solo una “classica” può vantare. Sono sempre più le proposte di auto storiche elettriche, spesso ad opera delle stesse case costruttrici, attraverso le rispettive divisioni classic.
L’edizione 2021 si annuncia come l’unica grande fiera europea del settore e l’attenzione è alta. Boom di prenotazioni per tutti i settori della fiera, confermata la presenza delle grandi case automobilistiche e molto forte la presenza internazionale.

“L’Italia che vince le corse” è infatti il fil rouge scelto dagli organizzatori per celebrare i grandi marchi italiani che hanno fatto la storia delle competizioni.
Dalla collezione del MAUTO | Museo Nazionale dell’Automobile, arrivano le grandi italiane da pista: Ferrari, Lancia, Alfa Romeo, Fiat e Maserati. Il pubblico potrà ammirare la Maserati mod. 26B del 1928, seconda vettura da corsa realizzata dai fratelli Maserati nelle officine di Bologna. In mostra anche la Ferrari mod. 500 F2 del 1952 (progettata dall’Ingegnere Aurelio Lampredi) con cui Alberto Ascari vinse il titolo di Campione del Mondo nel 1952 e 1953.

Potresti essere interessato a:  Erbe aromatiche a Zurigo

La seconda esposizione, da collezione privata, è interamente dedicata alle moto. Gilera, Moto Guzzi, Morini, MV Agusta, Rumi, Benelli, e tante altre marche dell’epoca eroica delle moto nazionali fino alla Ducati 900SS che cambiò per sempre l’immagine della Casa. Una panoramica di modelli unici per la prima volta ad Auto e Moto d’Epoca. Tra i modelli esposti, la Gilera 500 4 cilindri GP del 1956, sei volte vincitrice del titolo mondiale tra il 1950 e il 1957, e la MV Agusta 500 4 cilindri del 1952, vincitrice del primo titolo iridato nel 1956 e poi di altri otto mondiali, l’ultimo dei quali nel 1965.
Le auto e le moto da corsa del passato sono, come accennato, il tema dominante del 2021: tantissimi gli esemplari in vendita nella grande sezione mercato, così come quelli portati da musei, club, registri storici e ACI Storico. Dedicata invece al design futuribile della collezione Bertone, della quale è custode, la partecipazione di ASI | Automoclub Storico Italiano, insieme ad alcuni club federati in un rinnovato e ingrandito ASI Village al padiglione 4.
Previsto anche un Focus sui 75 anni di Vignale organizzato dal Club Lancia Appia-Registro Appia e il centenario della Lancia Lambda, la prima auto “moderna”, portata dal Club Lancia. Sempre il Registro Appia presente al Pad. 2 in una piazzetta Lancia con altri 4 Club di modello.
Da Casa Abarth arriva, esposto per la prima volta, il modello di stile della Abarth 1000 Sport Prototipo, concepito nel 2009 ed erede diretto della Fiat Abarth 1000 SP che divenne la preferita dei piloti privati negli anni 60. Sempre a Padova debutta un’altra novità: la Delta Integrale ripensata dal due volte campione del mondo Miki Biasion.

Novità anche nel mondo dei ricambi: Padova si conferma il più grande mercato europeo per il supporto al restauro e quest’anno Heritage Stellantis mette in mostra modelli restaurati e pezzi di ricambio tornati in produzione.
Appuntamento quindi dal 21 al 24 ottobre con 5mila modelli storici, 1600 dealer, 115mila metri quadrati per il primo grande salone europeo della stagione 2021/2022.

https://autoemotodepoca.com/

Fiera di Padova – Via N. Tommaseo
Date 21-24 ottobre
Orari: 9-19 (giovedì 21: 9-18)

Area sosta Camper Padova – collegata con il centro città con linea tram
Via Signorini, laterale di Via Pontevigodarzere
https://www.parcheggipadova.it/index.php/parcheggi/park-camper
GPS 45.44380441055849, 11.88805
https://goo.gl/maps/GRUaoye8AMT6coa86

Potresti essere interessato a:  Apre domani il Caravan Salon 2021 a Düsseldorf

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on pinterest
Share on email
Potrebbe interessarti
TTG a Rimini: risale la fiducia nel turismo

La fiera per operatori professionali dedicata al turismo si è chiusa con un’affluenza che ha sfiorato i livelli pre-pandemia: ben 1.800 i brand presenti dall’Italia e dall’estero

Sagra della Ciuìga

Al via la ventesima edizione, a San Lorenzo in Banale, nelle Dolomiti della Paganella. Dal 29 ottobre al primo novembre, si celebra il tipico insaccato locale oggi presidio Slow Food tra degustazioni, eventi, visite, artigianato e menù a tema

La Festa del Bosco

Torna a Montone (PG), dal 29 ottobre al primo novembre 2021, la Festa del Bosco, una delle più suggestive manifestazioni autunnali in Umbria: un evento che valorizza le piccole produzioni autoctone

Mercatini di Natale al via

Dal 6 all’8 dicembre tornano i Mercatini di Natale di Santa Maria Maggiore, borgo incantato in provincia di Verbania, Bandiera Arancione Touring

Frantoi Aperti

In Umbria, dal 30 ottobre al 28 novembre, la XXIV Edizione della kermesse dedicata all’olio extravergine d’oliva appena franto

Turismo Natura

Dal 12 al 14 novembre torna TurismoNatura alla Fiera di Montichiari, salone dedicato al camper, caravan, accessori e una sezione speciale dedicata alla nautica dei laghi

Gli ultimi articoli

Redazione

Un viaggio nel tempo tra i vitigni centenari delle Langhe

La Collezione Grinzane Cavour ospita circa 500 vitigni storici, già scomparsi in diverse aree d’Italia e del mondo, visibili ora solo qui nelle Langhe, ai piedi di uno dei castelli di proprietà del Conte Camillo Benso di Cavour

Redazione

Anche la nautica a Turismo e Natura

L’evento Turismo e Natura, in programma alla fiera di Montichiari dal 12 al 14 novembre, prevede uno spazio dedicato alla nautica oltre all’esposizione di camper

a.cortellessa

Il valore della pausa

Dopo quasi due anni di emergenza sanitaria e il lento ritorno alla normalità, la situazione vissuta ci ha insegnato a dar maggior valore alla “pausa”. In camper, la pausa è ovunque …

Dimensione testo-+=