Mobil-Van

La novità principale di Mobilvetta per la stagione 2022 è l’ingresso del marchio nel settore dei van: con stile e qualità, da sempre le sue caratteristiche, che troviamo sui nuovi Admiral

Tempo di lettura: 5 minuti
nuovi van Mobilvetta Admiral

Il successo dei van su tutti i mercati d’Europa è un fiume in piena, non passa mese che le vendite non riportino il segno più davanti ai numeri. Tutte le case si stanno organizzando per essere presenti nel settore specifico. Una situazione commerciale molto dinamica, con spazi sempre più ampi. Mobilvetta, uno dei pochi brand che finora non aveva furgonati nel suo listino, non si è fatta attendere e per la stagione 2022 ha deciso di offrire anche l’opzione van tra i prodotti a catalogo. Nasce quindi la gamma Admiral, tre modelli che si propongono nel segmento più alto del mercato relativo: qualità al top e rifiniture di alta gamma. Una famiglia di furgonati che per costruzione, materiali, tecnologia, arredi, vuole rappresentare l’eccellenza: non solo estetica ma anche performance tecnica. Gli Admiral si presentano eleganti, lussuosi, rifiniti, con caratteristiche esclusive, per posizionarsi nell’élite del settore specifico.
Confort da prima classe degli ambienti, rifiniture “Premium”, isolamento termico ai massimi livelli, cura del dettaglio, materiali nobili e stile Made in Italy che firma gli arredi di questi nuovi van. Li vedremo dal vivo al Salone di Parma a settembre: tre modelli come accennato, K 5.1, K 6.3 e il K 6.5, da 5,99 a 6,36 mt di lunghezza, con tre layout interni disponibili per la disposizione dei letti in coda (matrimoniale trasversale, gemelli, basculante). Il grande skyroof anteriore, in cristallo stratificato, è costruito in ABS resistente alle alte temperature, assemblato con una tecnica speciale di incollaggio con primer e adesivo. Oltre alla rifinitura pregiata, all’accessoristica di livello, alle soluzioni estetiche di design, particolare cura è riservata all’isolamento termico, con coibentazione in fibra di poliestere e film d’alluminio, con isolamento anche delle intercapedini che permette all’Admiral di superare il test NCC EN1646-1 (thermal insulation grado III), ma anche a quello acustico, per un miglior confort statico e in viaggio, con materiali fonoassorbenti alle pareti rivestite in tessuto, del tetto rivestito in microfibra e ai pannelli imbotti delle finestre.

Gli interni
Mobilvetta ha voluto per questi suoi Admiral interni eleganti, tecnologici, rifiniti. Un carattere distintivo, un mix elegante tra venature del legno e superficie lucide: tutto contribuisce all’armonia degli arredi, con le pareti rifinite in tessuto soft-touch. Il pannello in ecopelle sopra al living alloggia il grande oblò, arricchito sul perimetro da luci a led. I pensili in linea arrivano fino alla cabina di guida, ampliando la percezione dello spazio. Per gli aspetti più pratici sono a disposizione ampi spazi di stivaggio nei pensili con ripiano, nel cassetto sotto la semidinette, nella botola a pavimento o negli spazi a parete. Il tavolo, pieghevole in tre parti, prevede varie possibilità di ampliamento, e può essere usato all’esterno del van grazie agli agganci di serie.

Mobilvetta Admiral


La cucina, classica nella posizione, è molto innovativa nelle forme degli spazi sotto al piano: un grande cestello scorrevole sul fianco con profili cromati e portabottiglie integrato regala spazio per tutto. Tre ampi cassetti più tradizionali sono sotto al piano in pietra acrilica, con superficie continua e lavello a scomparsa grazie ad una parte scorrevole che integra la funzione di tagliere. A destra il frigo a compressore, sempre più presente nei van, da 84 lt, disponibile anche da 135 in opzione.

Potresti essere interessato a:  Scegliere il camper - 1


La toilette, anch’essa in posizione centrale e classica, guadagna centimetri rispetto ad altre simili in lunghezza. Il lavello di grandi dimensioni (38 x 20 cm) è realizzato in pietra acrilica. La doccia sfrutta il pavimento come piatto, impreziosito da una elegante pedana in legno e ribassato facilitare il deflusso dell’acqua: notevoli le misure per un van, con una diagonale di ben 90 cm. Una parete in materiale plastico protegge il wc durante l’uso della doccia. Gli arredi del bagno sono costruiti con laminato HPL (igienico e facile da pulire) con spessore da 14 mm. L’areazione è fornita da una finestra dotata di zanzariera, opzione rara nelle finestre delle toilette.



I posti letto di base di tutti e tre i modelli Admiral di Mobilvetta sono due, sul letto matrimoniale posteriore (o gemelli o basculante) dotato di rete 3d (tipo Froli), materassi in memory foam, tasche portaoggetti e faretti led orientabili. Tutta la zona notte posteriore è equipaggiata con pensili sui tre lati, angoli con vani a giorno e gli altoparlanti della radio integrati. Un terzo posto letto, di piccole dimensioni, può essere richiesto in opzione per la zona dinette.


Il riscaldamento è affidato ad una stufa da 4 kW a gasolio: grazie anche al serbatoio da 90 lt di serie, questo van è comodo per vacanze invernali senza stress da “esaurimento bombole”.

Base meccanica
La base meccanica dei nuovi Admiral Mobilvetta è il Ducato Fiat nell’ultima versione (Euro 6F – versione 8 leggi anche https://www.girareliberi.it/2021/06/30/4353/), presentata recentemente: previsti i consueti 4 livelli di potenza, questi Admiral partono dal secondo step da 140 cv.


Le rifiniture propongono un equipaggiamento davvero completissimo, ai vertici per dotazioni e accessori: clima, cruise control, doppio airbag, ESP, hill holder, paraurti verniciato, predisposizione radio dab con altoparlanti anche in zona notte, serbatoio 90 lt, oscurante plissettato, porta cellula chiusura a due punti e chiave centralizzata, calandra griglia e skid plate in nero lucido, cerchi in lega da 16 pollici anch’essi in nero. Sei i colori disponibili per la carrozzeria: al classico bianco standard, si affiancano in opzione cinque tinte opache o metallizzate, tutte su eleganti toni di grigio e nero.

Versioni e mercato
Dei modelli Admiral arriveranno anche le versioni con tetto sollevabile – richiestissimo nelle ultime stagioni per i furgonati – con dimensioni tra le maggiori della categoria, ben integrato con lo skyroof frontale. Altri due posti letto quindi disponibili con un bel matrimoniale longitudinale piuttosto ampio, che potrebbe essere pensato anche come soluzione per la coppia che voglia usare il gavone solo come garage per le bici
Tutti i van di Mobilvetta sono costruiti nel moderno stabilimento Trigano a Paglieta in Abruzzo, certificati con scrupolosi controlli di produzione e a veicolo finito, che comprendono il corretto funzionamento degli impianti idraulici e del gas o il test di impermeabilizzazione (novanta minuti di pioggia simulata, ripetuta a distanza di dieci giorni per i modelli dotati di tetto panoramico).
Il listino non è stato ancora diffuso, si collocherà orientativamente nella fascia più alta di questo mercato, stimiamo tra i 55 e i 60.000 euro; cifre impegnative, correlate alla qualità costruttiva, accessoristica, di rifinitura ma anche per il design rifinitissimo e ricercato degli Admiral.

Potresti essere interessato a:  Van I: il motorhome ultracompatto di Knaus

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on pinterest
Share on email
Potrebbe interessarti
Dethleffs Globetrail

Anche Dethleffs entra nel vivace mondo dei van: presentato a Parma il suo primo modello furgonato, proposto in due varianti

Nuovo allestimento Ford Nugget

In anteprima al Salone del camper di Parma, Ford ha presentato Transit Custom Nugget Active, il nuovo allestimento che va ad ampliare la gamma Nugget, il camper Ford realizzato in collaborazione con Westfalia

Laika nuovo Kreos, semintegrale di lusso

Una delle icone di Laika si rinnova completamente per la stagione 2021/2022, sia all’esterno che all’interno: dalla tecnica allo stile, per una perfetta combinazione classe, comfort di guida e raffinato design italiano

Renault: nuovo Trafic Spacenomad

Dopo il lancio pochi giorni fa dell’Hippie Caviar Hotel, Renault cala le carte sul tavolo della grande fiera di Duesseldorf e annuncia ufficialmente la nascita della gamma Trafic Spacenomad per alcuni paesi europei dopo un primo test in Svizzera

Roller Team 262 TL

Una delle due principali novità della gamma Roller per il 2022: semintegrale con letto centrale in coda, proposto negli allestimenti Kronos e Zefiro

Scegliere il camper/2 – il layout

La scelta della disposizione interna della cellula del camper è la chiave di volta per un uso del camper con la massima soddisfazione. Vediamo qualche consiglio per orientarci meglio

Gli ultimi articoli

Redazione

Un viaggio nel tempo tra i vitigni centenari delle Langhe

La Collezione Grinzane Cavour ospita circa 500 vitigni storici, già scomparsi in diverse aree d’Italia e del mondo, visibili ora solo qui nelle Langhe, ai piedi di uno dei castelli di proprietà del Conte Camillo Benso di Cavour

Redazione

Anche la nautica a Turismo e Natura

L’evento Turismo e Natura, in programma alla fiera di Montichiari dal 12 al 14 novembre, prevede uno spazio dedicato alla nautica oltre all’esposizione di camper

a.cortellessa

Il valore della pausa

Dopo quasi due anni di emergenza sanitaria e il lento ritorno alla normalità, la situazione vissuta ci ha insegnato a dar maggior valore alla “pausa”. In camper, la pausa è ovunque …

Redazione

TTG a Rimini: risale la fiducia nel turismo

La fiera per operatori professionali dedicata al turismo si è chiusa con un’affluenza che ha sfiorato i livelli pre-pandemia: ben 1.800 i brand presenti dall’Italia e dall’estero

Dimensione testo-+=