Dresda e l’Elbland

Arte, cultura e natura a Dresda, una delle città più affascinanti e ricche di storia delle Germania, attraversata dal fiume Elba che riserva tante esperienze lungo le rive percorse da una meravigliosa pista ciclabile

Tempo di lettura: 3 minuti
Dresda di sera sul fiume Elba - foto: ddpix.de (DML-BY)

 

La Sassonia è una delle regioni tedesche più belle e amate dal turismo internazionale, amante della perfetta combinazione arte e natura, dove è protagonista la regione Dresden Elbland!
Dresda, nonostante i devastanti bombardamenti subiti durante la Seconda Guerra Mondiale, è stata ricostruita più bella di prima ed è una delle città tedesche più vivaci, sia per il turismo che per arte e cultura.
Da vedere nella città capoluogo della Sassonia ci sono infatti le Collezioni d’Arte Statali, in primis la Gemäldegalerie Alte Meister e la collezione di sculture fino al 1800. Dopo quasi dieci anni di rinnovamento, la famosa collezione è stata aperta nel febbraio 2020 con grande riscontro del pubblico internazionale, per poi dover chiudere di nuovo subito dopo a causa delle restrizioni per il Coronavirus. Ora i capolavori come la “Madonna Sistina” di Raffallo, “Ganymed” di Rembrandt o le vedute di Dresda di Bernardo Bellotto sono tornate inserite in un nuovo allestimento museale che garantisce un’esperienza artistica davvero inedita. Da vedere anche i musei della Residenzschloss, inclusa la Storica Volta Verde (Grünes Gewölbe), rimasta chiusa per qualche tempo ai visitatori dopo il tragico furto con scasso del 25 novembre 2019. La città ha celebrato lo scorso anno Federico Augusto I di Sassonia chiamato anche Augusto Il Forte. La “Fortress Xperience” è dedicata al personaggio di Federico Augusto, esperienza multimediale sotto la famosa terrazza di Brühl fa conoscere la storia delle fortificazioni della città di Dresda del XVI secolo, che una volta erano tra le più moderne in Europa

Le sere culturali d’estate
Dresda è famosa anche per la sua bella atmosfera nelle sere d’estate sulle sponde dell’Elba, nelle vie della Neustadt e nei locali adibiti al teatro sociale e alle operette. Tutto questo mondo si è riorganizzato a partire dal cinema, che all’Ostrage, area verde alla periferia della città vecchia di Dresda, ha aperto in versione drive-in con uno schermo di quasi 500 metri quadrati, che può rivendicare il titolo del più grande schermo pop-up in Germania. Famose le serate cinematografiche sulle rive dell’Elba di fronte al famoso skyline della città di Dresda, mentre le Operette di Dresda saranno a cielo aperto sotto forma di passeggiate nella centrale elettrica del Mitte: 15 esibizioni tra operette e musical, da Vienna a New York. Infine immancabile come ogni estate il festival gratuito “Palais Sommer” che porta cultura e arte alle persone nel romantico parco del Palazzo giapponese, compresi concerti e sessioni di yoga.

Potresti essere interessato a:  Fiandre in bici
Dresda -la Storica Volta Verde (Grünes Gewölbe) foto O. Killig

 

La Valle dell’Elba
Appena fuori Dresda si apre l’incantevole Valle dell’Elba che deve il suo nome al fiume omonimo che la attraversa. L’Elbland offre molte opportunità nella natura ai vacanzieri attivi: è possibile scegliere tra vari percorsi ciclabili ed escursionistici attraverso boschi, pianure e paesaggi lacustri e fluviali su entrambi i lati dell’Elba. In bici si può percorrere la Via Ciclabile dell’Elba per 180 km partendo dal ridente villaggio di Bad Schandau fino a Torgau, culla della Riforma Luterana. Il percorso sorprende i cicloturisti per la varietà dei paesaggi naturali e per l’alta concentrazione di tesori artistici e culturali: ovunque si presentano opportunità di lasciare la propria bici per andare alla scoperta di imponenti fortezze, splendidi castelli, di magnifici borghi e di centri storici ben conservati. Anche la Strada del Vino Sassone costeggia l’Elba, percorribile in bici o a piedi, itinerario che da Pirna arriva fino al villaggio di Diesbar-Seußlitz, ottima escursione nella storia del vino sassone. Consigliamo di percorrerla soprattutto nei giorni delle cantine aperte, delle escursioni guidate e delle feste del vino in autunno, ad esempio a Radebeul e Meißen. Per chi non se la sente di pedalare per tanti chilometri, è possibile visitare il percorso del fiume Elba su uno dei battelli a vapore della flotta Sachsische Dampfschifffahr, tra le più antiche del mondo

Battelli a vapore sul fiume Elba – foto H. Meyer

 

www.sassoniaturismo-blog.it

http://www.instagram.com/saxonytourism/

http://www.facebook.com/Sassoniaturismo/

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on pinterest
Share on email
Potrebbe interessarti
Turismo: in bici sui laghi della Carinzia

La regione carinziana di Villach (Lago di Faak – Lago di Ossiach) offre la perfetta combinazione di paesaggi montani e lacustri da vivere sulla bicicletta. Su strada, in mountain bike, in e-bike, off-road o su una ciclabile, questa località è la meta ideale per sportivi e famiglie

Potresti essere interessato a:  Arriva l’autunno, tempo di grappa intorno al fuoco
Il sole di mezzanotte nella Lapponia svedese

Un viaggio lento attraverso la natura magnifica della Lapponia svedese orientale, tra il sole di mezzanotte, l’aurora boreale, natura incontaminata e l’incontro di tre culture: svedese, finlandese e sami

Fiandre in bici

Un territorio che evoca le grandi gare classiche in bici e che offre le sue piste
ciclabili di incredibile valore turistico e iconico. Dal 25 giugno sono stati inaugurati gli ultimi due itinerari di un grande complesso articolato di nove percorsi

Musica rigenerante in Tirolo

L’organo più grande del mondo (Patrimonio Unesco), da 90 anni suona ogni giorno, udibile a chilometri di distanza: si trova a Kufstein, in Tirolo e

Gli ultimi articoli

Redazione

TTG a Rimini: risale la fiducia nel turismo

La fiera per operatori professionali dedicata al turismo si è chiusa con un’affluenza che ha sfiorato i livelli pre-pandemia: ben 1.800 i brand presenti dall’Italia e dall’estero

Redazione

Sagra della Ciuìga

Al via la ventesima edizione, a San Lorenzo in Banale, nelle Dolomiti della Paganella. Dal 29 ottobre al primo novembre, si celebra il tipico insaccato locale oggi presidio Slow Food tra degustazioni, eventi, visite, artigianato e menù a tema

a.cortellessa

Contro il freddo

I riscaldatori a gasolio sono sempre più diffusi sui camper anche in primo equipaggiamento, visti gli oggettivi vantaggi che offrono. Perché non pensare ad un sistema ausiliario di riscaldamento “diesel” se il nostro camper non ne è dotato?

Dimensione testo-+=