Dai solchi della storia, un inaspettato luogo per degustare il Vino Nobile di Montepulciano

Un rifugio contro i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, scoperto per caso, diventa un suggestivo luogo di degustazione dopo due anni di lavori e restauro conservativo

Tempo di lettura: 3 minuti
Cantina Storica della Talosa - Montepulciano

A Montepulciano, luogo simbolo del buon vino toscano, nei sotterranei di Palazzo Tarugi e Palazzo Sinatti, di fronte alla Cattedrale di Santa Maria Assunta, un antico luogo nascosto trova la luce. Dopo un meticoloso lavoro di recupero, durato oltre due anni e condotto in sinergia con le Belle Arti, tra le nicchie e le volte della Cantina Storica di Fattoria della Talosa, dove il Vino Nobile di Montepulciano si affina in grandi botti di rovere, nella Cantina Storica dell’azienda questo luogo diventa un suggestivo luogo di degustazione. Tra gallerie e grotte di tufo per gli appassionati è già disponibile un percorso di degustazione dove i winelovers potranno scoprire le etichette storiche di Fattoria della Talosa, che potranno acquistare o degustare attraverso percorsi guidati o in verticali di specifiche annate per i più appassionati. Degustazioni con vecchie annate accompagnate da prodotti locali, nella migliore tradizione enogastronomica toscana.


“Nonostante le difficoltà dei mesi passati – ha commentato Edoardo Jacorossi, CEO di Fattoria della Talosa – abbiamo sempre guardato con fiducia al futuro e deciso di investire ancora di più sull’accoglienza: oggi, che è nuovamente possibile degustare un bicchiere insieme, siamo orgogliosi di poter offrire a visitatori quest’emozionante wine experience. I lavori, molto delicati, che abbiamo condotto ci consentono di godere di questo spazio bellissimo e di potenziare l’offerta enoturistica di Talosa così da permettere agli appassionati di conoscere meglio questo territorio e i quei luoghi che hanno reso il Vino Nobile di Montepulciano un punto di riferimento enologico per il nostro Paese”.


Alla nuova sala si accede dalla Cantina Storica di Via Talosa, nel cuore di Montepulciano, e scalino dopo scalino, 15 metri sotto terra, si arriva in questo luogo speciale: “Siamo riusciti a riportare alla luce questo spazio grazie al racconto appassionato di un nostro vicino, un anziano signore che da bambino ha vissuto la tragedia della guerra e giocava in quelle che oggi sono le nicchie della nostra Cantina Storica – spiega Michele Merola, direttore generale di Fattoria della Talosa –. Abbiamo preso vecchie carte e planimetrie e ci siamo chiesti se, effettivamente, ci fosse un passaggio al di là del muro che chiudeva il tunnel delle bottiglie storiche con l’uscita della cantina. In sinergia con le Belle Arti, siamo stati autorizzati a fare saggi, scavi, indagini e partendo da un’apertura già esistente, abbiamo trovato una stanza vuota subito dietro. Siamo davvero orgogliosi di poter offrire ai visitatori questo nuovo spazio”.

Potresti essere interessato a:  Valle di Cembra, si celebra il Müller Thurgau
Cantina storica Talosa – Montepulciano


La nuova sala è destinata anche alla maturazione dei vini e ospita una vasca in cemento per l’affinamento del Pietrose, vino prodotto da uve merlot in purezza, nella sua fase finale, dopo la maturazione in botte di legno e di barriques selezionati per la maturazione del nuovo Vino Nobile Chiusino. Oggi in Cantina Storica continuano a trovare posto le botti per l’affinamento del vino, le più datate delle quali raggiungono i 44 anni di età da cui è stata ottenuta la prima bottiglia di Vino Nobile dell’azienda, nel 1972.

Fattoria della Talosa
Sorge in una tra le più belle zone di Montepulciano, ad una altitudine di 350-400 mt s.l.m. L’azienda è stata fondata nel 1972 da Angelo Jacorossi, presidente di Talosa, e oggi è guidata dal CEO Edoardo Mottini Jacorossi. Fattoria della Talosa si estende lungo 33 ettari di vigneti che producono il Vino Nobile di Montepulciano e Riserva, una piccola produzione di Nobile di Montepulciano “Filai Lunghi”, una selezione che può essere vinificata solo quando la stagione lo permette, il Rosso di Montepulciano e il “Pietrose”, che nasce da uve merlot in purezza. Da non dimenticare il Vinsanto e il Vinsanto Riserva, una vera specialità della casa. La Cantina Storica, nel centro di Montepulciano, accoglie gli appassionati per visite e degustazioni.

www.talosa.it

Area sosta camper
Piazza Pietro Nenni – Montepulciano
GPS N. 43.09626908 – E. 11.78745163
https://goo.gl/maps/Hmj5dHiJKLhFLHGU6

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on pinterest
Share on email
Potrebbe interessarti
Il manuale della cucina in Camper/2

Uno dei metodi che preferisco per insaporire le pietanze durante la cottura è legato all’utilizzo dei brodi, anche in camper!

Potresti essere interessato a:  Degustazioni Dop: tra i sentieri del Primitivo di Manduria
Il manuale della cucina in Camper/1

Il titolo è volutamente provocatorio! Non esiste un manuale della cucina in camper; la cucina di un veicolo ricreazionale è solo più piccola e meno potente, per cui in viaggio, in camper o in caravan si può cucinare tutto quello che si cucina a casa… o quasi!

Novità dal Cibus/1

Finalmente, dopo tanta attesa, ricominciano le fiere … quelle belle e gustose! Siamo stati al Cibus per voi

Zafferano, non solo risotto

Tutti conosciamo lo zafferano, ma sappiamo veramente cos’è in realtà? Cosa si cela dietro ad una spezia così accattivante, decisamente aromatica e molto pigmentante?

Riaperto FICO Eataly World

Ha riaperto il grande parco del cibo di Bologna. Da oggi 7 luglio apertura al pubblico anche della Bottega del vino, nata dall’idea di Fontanafredda per raccontare l’affascinante storia che l’ha resa icona del Barolo nel mondo

Vento del Sud

No, non è lo scirocco, ma il nome che l’azienda pugliese Latorrata ha voluto dare al suo ultimo nuovo olio extra vergine di oliva di qualità superiore del brand ODO

Gli ultimi articoli

Redazione

Un viaggio nel tempo tra i vitigni centenari delle Langhe

La Collezione Grinzane Cavour ospita circa 500 vitigni storici, già scomparsi in diverse aree d’Italia e del mondo, visibili ora solo qui nelle Langhe, ai piedi di uno dei castelli di proprietà del Conte Camillo Benso di Cavour

Redazione

Anche la nautica a Turismo e Natura

L’evento Turismo e Natura, in programma alla fiera di Montichiari dal 12 al 14 novembre, prevede uno spazio dedicato alla nautica oltre all’esposizione di camper

a.cortellessa

Il valore della pausa

Dopo quasi due anni di emergenza sanitaria e il lento ritorno alla normalità, la situazione vissuta ci ha insegnato a dar maggior valore alla “pausa”. In camper, la pausa è ovunque …

Redazione

TTG a Rimini: risale la fiducia nel turismo

La fiera per operatori professionali dedicata al turismo si è chiusa con un’affluenza che ha sfiorato i livelli pre-pandemia: ben 1.800 i brand presenti dall’Italia e dall’estero

Dimensione testo-+=