Street art a Rimini

Sfatiamo il mito che Rimini sia solo movida e andiamo alla scoperta della street art di livello internazionale che domina la città. Una gallery a cura di Rivieradibellezza.it con le coordinate Google Maps per scatti a prova di like

Tempo di lettura: 5 minuti
Rimini - Via Ducale - opera senza nome di Bastardilla

 

Rimini è stata scelta da alcuni writer artists italiani famosi in tutto il mondo come tela urbana per immortalare i propri murales. Nomi noti della scena come Ericailcane, Bastardilla e il riminese Eron hanno lasciato la loro traccia rendendo unici alcuni spazi urbani. Hanno seguito le loro orme nel tempo anche artisti locali minori, al punto che oggi si può parlare di un vero e proprio itinerario che parte dal cuore della città e arriva fino al mare, alla scoperta di queste opere d’arte urbana.
Su Rivieradibellezza.it, il sito informativo dedicato al turismo esperienziale nella Riviera Adriatica, realizzato da Adrias Online, una delle principali agenzie di marketing e comunicazione italiane verticali dedicate al settore turistico, il tour dei murales riminesi è uno dei più curiosi e gettonati.

Rimini vanta una tradizione dei murales che affonda le radici nei primi anni ‘80, quando in occasione della tipica Fest de’ borg, invece di organizzare la consueta mostra fotografica si decise di affidare agli artisti il compito di dipingere sui muri delle case della città i personaggi iconici del luogo, per offrire uno spaccato visivo descrittivo del quartiere. Nel tempo la tradizione è stata mantenuta, integrando nel filo narrativo anche omaggi a Federico Fellini, regista che ha inserito diversi personaggi caratteristici della città nei suoi film.


Per orientarsi e non perdersi la possibilità di pubblicare su Instagram le opere di questo museo a cielo aperto, qui sono indicati alcuni graffiti con la loro posizione su Google Maps, così da garantire a tutti i social lovers di trovarsi nel posto giusto al momento giusto per ottenere uno scatto a prova di like.


1) Ericailcane: il Gallo e il Pavone, richiami alla città e a Fellini

Ericailcane – il Gallo e il Pavone


Lo street art tour parte dal cuore della città, nella suggestiva Piazza sull’Acqua vicino al Ponte di Tiberio, in via Ducale; qui l’opera di Ericailcane “Il Gallo e il Pavone” (2014) parla del territorio e rappresenta due protagonisti della storia della città: il gallo, simbolo della Romagna e il pavone, legato alla sequenza del film Amarcord di Fellini, quando l’uccello fa la ruota sulla fontana della Pigna, sita in Piazza Cavour. Il pavone, però, è stato raffigurato qui anche a ricordo di un esemplare che ha vissuto per diversi anni proprio tra questi alberi e il ponte.
Gps: https://goo.gl/maps/MHTnGb73Tt5xQCwv9

Potresti essere interessato a:  Sentieri della Basilicata

2)I murales al Borgo San Giuliano: sulle tracce di Fellini

Borgo San Giuliano


I murales sono dislocati dentro tutto il borgo nel dettaglio e sulle facciate delle case; incroci e vie principali (via Marecchia, via Ortaggi, via Chiavica, via Forzieri) ospitano Murales dedicati a Fellini, ai personaggi dei suoi film, alla sua vita e quella di altri personaggi legati al Borgo, che si possono ammirare passeggiando. Tra questi Scureza, il motociclista folle di Fellini, il grande Capodoglio e diverse scene tratte da La dolce Vita. Ecco la posizione di Borgo San Giuliano da dove iniziare la passeggiata gps: https://goo.gl/maps/hkU3WRe1oMcGgspM9

Borgo San Giuliano
Borgo San Giuliano

 

3)Il lungofiume degli artisti: i murales che si affacciano sulle vie d’acqua
Immancabile un giro in bicicletta nel tratto di passeggiata detta “il lungofiume degli artisti” che arriva fino al mare Rivabella di Rimini – San Giuliano Mare. Qui ci si imbatte in tante opere di artisti e poeti locali che hanno lasciato impressi sui muri poesie in versi. La passeggiata, che si può fare in entrambe le direzioni parte dalla zona del Ponte per Rivabella (gps:https://goo.gl/maps/M6LKMWR3sfL9s4s67) fino a raggiungere Fontana della Balena, sita in Piazza della Balena nel borgo di San Giuliano Mare (gps https://goo.gl/maps/fHcHSsnvVWfy5sGQ7).
Qui c’è un punto preciso con la spiegazione estesa del progetto museo a cielo aperto “Camminando e ammirando” (gps https://goo.gl/maps/fjUBMa6rZjdZLsQU6). Questo percorso è particolarmente suggestivo da percorrere a piedi o in bicicletta; sulla ciclo-pedonale in ghiaia che corre lungo il fiume e il suo canneto.

4) Eron: San Martino, la sua chiesa a fumetti e Soul of the wall

Eron – Soul of the wall


Eron è uno dei writers riminesi più rinomati a livello internazionale e qui, nella sua Rimini, ha lasciato spesso traccia di sé: a Borgo San Giuliano si trova un suo piccolo murales molto suggestivo, Soul of the wall, posto sulla facciata della casa in via Marecchia 1, affianco al Ponte di Tiberio.
(Gps https://goo.gl/maps/2Pq35NoSvAhuBLEY6).

Eron – Chiesa San Martino


Eron è inoltre famoso per aver affrescato la chiesa di San Martino in Riparotta, che si trova un po’ fuori dal centro cittadino. Merita una visita, oltre che per le colonne decorate con fumetti a cura del fumettista riminese Mabel Morri, per l’affresco di Eron, un’opera di cinquanta metri posta sul soffitto raffigurante il cielo… Con un piccolo putto intento a realizzarlo con la bomboletta spray!
(gps https://goo.gl/maps/hjY6w441FVH7CrbKA)

5) Bastardilla, la donna writer colombiana colora gli uffici comunali

Potresti essere interessato a:  Escursioni autunnali in Umbria
Murales Bastardilla


Le opere di questa writer colombiana si trovano in via Ducale e decorano le pareti della facciata destra degli uffici comunali di Rimini, a testimonianza di come questa città sia vicina a questo tipo di espressione artistica. Bastardilla – opera senza nome (gps https://goo.gl/maps/dY5iTDLcxWjiDeoH9)

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on pinterest
Share on email
Potrebbe interessarti
Foliage all’Oasi Zegna

Un ricchissimo programma di eventi, escursioni, attività didattiche, menù di stagione per scoprire l’Oasi Zegna nel periodo più “colorato” dell’anno

HalLEOween

Dal 25 settembre il parco Leolandia si trasforma nel magico mondo di HalLEOween, fino al 31 ottobre

Colori d’autunno in Valtellina

Escursioni a Bormio tra il foliage del Parco nazionale dello Stelvio, i sentieri della Grande Guerra, il canto d’amore dei cervi e lo sci al ghiacciaio. Dopo, il riposo alle terme

L’autunno incantato del Renon

Escursioni panoramiche a bordo dell’antica ferrovia a cremagliera che portava i passeggeri dal centro di Bolzano direttamente fin sul Renon

Autunno all’Alpe Cimbra

Attività outdoor, eventi enogastronomici ed escursioni a piedi e in mtb tra i colori magici del foliage

Galleria Senza Soffitto

A Mondolfo (PU) continua e si arricchisce di nuove opere il progetto di arte urbana permanente “Galleria senza soffitto”, inaugurato ad agosto 2020

Gli ultimi articoli

Redazione

TTG a Rimini: risale la fiducia nel turismo

La fiera per operatori professionali dedicata al turismo si è chiusa con un’affluenza che ha sfiorato i livelli pre-pandemia: ben 1.800 i brand presenti dall’Italia e dall’estero

Redazione

Sagra della Ciuìga

Al via la ventesima edizione, a San Lorenzo in Banale, nelle Dolomiti della Paganella. Dal 29 ottobre al primo novembre, si celebra il tipico insaccato locale oggi presidio Slow Food tra degustazioni, eventi, visite, artigianato e menù a tema

a.cortellessa

Contro il freddo

I riscaldatori a gasolio sono sempre più diffusi sui camper anche in primo equipaggiamento, visti gli oggettivi vantaggi che offrono. Perché non pensare ad un sistema ausiliario di riscaldamento “diesel” se il nostro camper non ne è dotato?

Dimensione testo-+=