Nasce Girare Liberi

Perché Girare Liberi è un modo di essere, di vivere la vacanza da protagonisti delle proprie scelte, di sentirsi “liberi”. A piedi, in bici, in moto, in auto ma soprattutto in camper, che è quello che vogliamo raccontarvi

Tempo di lettura: 3 minuti

C’era una volta il camper, comincerebbe così una bella favola, raccontata sotto al tendalino. Ma oggi che siamo più moderni e social ve la narriamo in forma digitale. Dicevamo, c’era una volta il camper e la sua voglia di libertà. Che oggi è esplosa, il web ci ha dato la possibilità di conoscere il mondo in tempo reale, essere ovunque a forza di pixel. Poi è arrivato quello che non ti aspetti, il Covid, il lupo nero della favola di noi bambini, e ci ha fatto scoprire che digitale è bello, ma esserci in presenza è meglio.

E allora via di camper. Abbiamo riscoperto che “slow” è meglio di “fast”, che scegliere è meglio che comprare pacchetti preconfezionati dal marketing, che un tramonto in riva al mare con una birra fresca e i nostri cari vicino o dormire con le lucciole che illuminano l’oscurità sono cose che non hanno prezzo.

Per tutto il resto ci sono l’obbligo di prenotazione, lo stress da partenza, le clausole da leggere, la vista mare col sovraprezzo, la mezza pensione con il quarto di vino compreso. Bello: essere in vacanza, staccare la spina come si dice, è sempre meraviglioso. Noi però preferiamo farlo in camper, “Liberi” da vincoli, per “Girare” come ci piace e ci rasserena. Anche con tutti i disagi del caso: il camper – lo sappiamo – non è per tutti. Ma per i molti che lo amano e i tanti che lo stanno imparando a conoscere.

Vi parleremo di viaggi, di turismo, di camper, ma soprattutto cercheremo di stimolare la fantasia e l’immaginazione ad essere curiosi, a cercare la meta diversa dal solito, la realtà dei borghi minori dove assaggiare una delle eccellenze italiane, ascoltare musica immersi nella natura, visitare una mostra d’arte inserita in un contesto nuovo, dormire coccolati dalla natura. Dove la biodiversità è standard quotidiano, e le comunità rurali lottano per conservarla, e non un mantra imposto dal “mainstream” di benpensanti o obbligato da provvedimenti burocratici. Oggi qui, domani chissà.

Perché con il camper “Girare Liberi” è facile, appassionante, gioioso.

Vi chiederemo di aiutarci, di criticarci, di raccontarci le vostre storie e i vostri viaggi, perché il mondo è fatto di tutti, ognuno con la sua realtà. Non solo da quello che vediamo filtrato dalla lente distorta che tv e social ci propongono quotidianamente, dove contano oramai solo numeri e like.

Potresti essere interessato a:  Il valore della pausa

Pensiamo fermamente che conoscere il paesino della Basilicata con il suo tesoro nascosto, la comunità montana del Piemonte con le sue regole millenarie o il produttore di miele bio fatto dalle api del Casentino siano esperienze migliori della proposta fighetta con il costume abbinato in tinta dell’influencer di turno. Che dura giusto il tempo che un altro influencer lo surclassi con qualcosa di più assurdo, e per questo degno di notizia secondo la comunicazione fatta dagli algoritmi.

No, tranquilli, a noi piace Girare Liberi, sentirci liberi, amare la natura, rispettare il prossimo, assaggiare l’anima di un luogo attraverso la sua cucina e le storie dei suoi abitanti, scoprire che ai nostri figli un giorno piacerà assaporare le stesse sensazioni, e lasciare che il telefonino non diventi uno scopo ma resti uno strumento di comodità. Perché, nonostante l’omologazione selvaggia che ci vuole tutti uguali e pesati per quello che possiamo spendere e dove, il mondo è fatto ancora di persone libere, di individui che usano la propria testa e i propri sentimenti: quelli a cui piace “Girare Liberi”

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on pinterest
Share on email
Potrebbe interessarti
Quattro ruote e una capanna

Papà, ti piace il mio disegno? Molto bello, Fabrizio. E questi chi sono?
Sono i Super Uomini, e questo è il loro Camper. Comincia così la narrazione di Fabrizio Redaelli, blogger di 4 ruote e una capanna: ascoltiamo la sua storia e quella del suo camper Lumy

Il camper visto da … Assocamp

Una breve intervista con Ester Bordino, presidente di Assocamp, per sentire dalla voce della maggiore associazione di concessionari dove va il camper e cosa è cambiato in questi insoliti ultimi due anni che hanno un po’ stravolto gli equilibri del mercato

Intanto, in Francia …

Dopo più di un anno di pandemia, i desideri dei francesi sono gradualmente cambiati: viaggi, telelavoro, consumo…

Scegliere un ristorante in vacanza… e non solo!

Se non abbiamo voglia di cucinare sul camper, un bel ristorante tipico è la soluzione, anche per assaporare le delizie del luogo. Un’analisi semiseria del nostro Gianluca Gabanini, camperista, chef e sommelier sui consigli per come trovare il ristorante giusto

Potresti essere interessato a:  Scegliere un ristorante in vacanza… e non solo!
Cambia la capacità di comunicare

Lo sostiene Carmine Gallo nel suo libro Five Stars dove esprime in modo netto che nei prossimi anni “la capacità di articolare le nostre idee sarà obbligatoriamente più articolato e complesso”

Girare Liberi

Pensieri e riflessioni che hanno ispirato la nascita di Girare Liberi

Il camper non è per tutti

Capire cosa passa per la testa a tante persone nello scegliere di viaggiare in camper è difficile, ma la voglia di libertà supera prepotentemente qualsiasi disagio

Contro il freddo

I riscaldatori a gasolio sono sempre più diffusi sui camper anche in primo equipaggiamento, visti gli oggettivi vantaggi che offrono. Perché non pensare ad un sistema ausiliario di riscaldamento “diesel” se il nostro camper non ne è dotato?

MBM, novità bici 2022

Raffica di novità dello storico marchio italiano per la gamma 2022: tra i tanti modelli vari quelli molto adatti per fare da tandem ai camper

Quattro ruote e una capanna

Papà, ti piace il mio disegno? Molto bello, Fabrizio. E questi chi sono?
Sono i Super Uomini, e questo è il loro Camper. Comincia così la narrazione di Fabrizio Redaelli, blogger di 4 ruote e una capanna: ascoltiamo la sua storia e quella del suo camper Lumy

Anti-Spin per camper

In difficoltà per uscire da un prato fangoso? O da un parcheggio su erba bagnata in pendenza? Con Anti-Spin è più facile

Gli ultimi articoli

Redazione

Anche la nautica a Turismo e Natura

L’evento Turismo e Natura, in programma alla fiera di Montichiari dal 12 al 14 novembre, prevede uno spazio dedicato alla nautica oltre all’esposizione di camper

a.cortellessa

Il valore della pausa

Dopo quasi due anni di emergenza sanitaria e il lento ritorno alla normalità, la situazione vissuta ci ha insegnato a dar maggior valore alla “pausa”. In camper, la pausa è ovunque …

Redazione

TTG a Rimini: risale la fiducia nel turismo

La fiera per operatori professionali dedicata al turismo si è chiusa con un’affluenza che ha sfiorato i livelli pre-pandemia: ben 1.800 i brand presenti dall’Italia e dall’estero

Dimensione testo-+=