Valle di Cembra, si celebra il Müller Thurgau

Torna alla formula originale la rassegna che celebra il famoso vino, che in questa valle del Trentino ha trovato terreno fertile, e si arricchisce di nuovi spazi e appuntamenti per la degustazione.

Tempo di lettura: 4 minuti
Vitigni nella Valle di Cembra - foto M. Facci

Torna alla formula originale la rassegna che celebra il famoso vino, che in questa valle del Trentino ha trovato terreno fertile, e si arricchisce di nuovi spazi e appuntamenti per la degustazione

Con ritrovata fiducia e nella speranza che tutto vada per il meglio come sembra in questo primo scampolo d’estate, il Comitato Mostra Valle di Cembra ha annunciato le date della 34° edizione della rassegna Müller Thurgau: Vino di Montagna. Dal 29 luglio al 1 agosto la Valle di Cembra si anima per far conoscere le infinite sfumature di questo vitigno a bacca bianca che in Trentino, e in particolar modo in questo territorio, ha trovato terreno fertile per esprimersi al meglio.
La manifestazione, organizzata con il supporto di Trentino Marketing e del coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell’ambito della promozione delle manifestazioni enologiche provinciali denominate #trentinowinefest, vuole promuovere e valorizzare le molteplici declinazioni di questo vitigno internazionale nato a fine 800 per mano del Prof. Hermann Müller attraverso l’incrocio tra Riesling Renano e Madeleine Royal. Una full-immersion di quattro giorni durante i quali si potranno scoprire le migliori espressioni del Müller Thurgau provenienti da diverse zone d’Italia e dall’estero, attraverso incontri tecnici, masterclass e degustazioni libere e guidate sia, come da tradizione nelle eleganti sale di Palazzo Maffei, che al di fuori. Per questa edizione, nel rispetto delle regole sanitarie, la rassegna esce infatti dalla sua sede istituzionale, che ovviamente avrà una capienza ridotta, per invadere pacificamente gli spazi esterni, coinvolgendo le vie e gli angoli più suggestivi del centro storico, offrendo così al pubblico la possibilità di partecipare alle degustazioni all’aria aperta in un clima più informale.
Non mancheranno poi visite ai vigneti più spettacolari, comparative tra vini locali e provenienti da altri territori, insolite degustazioni in nuove location, cene sotto le stelle, affascinanti itinerari da percorrere a bici o a piedi, enogastronomia, serate musicali, stand gastronomici e tanto altro.

Percorsi nella Valle di Cembra

Un’occasione unica per visitare la Valle di Cembra, territorio di selvaggia e travolgente bellezza a pochi chilometri da Trento. Tra terreni porfirici e una forte escursione termica, gli eroici vigneti terrazzati si inerpicano lungo i fianchi della valle affrontando pendenze spettacolari, consolidati da oltre 700 km di muretti a secco, Patrimonio Unesco, che disegnano un paesaggio unico.
Tra i momenti più attesi della manifestazione la premiazione dei vini vincitori al 18° Concorso Internazionale Vini Müller Thurgau, prestigioso e autorevole appuntamento che mette a confronto le produzioni dell’area alpina, italiane e non, attesa dai produttori.
In programma anche un convegno aperto al pubblico dal titolo “Una valle in transizione, da Paesaggio Rurale Storico a sito Giahs in ottica agroecologica”. Nel corso dell’incontro, verrà infatti presentato lo studio realizzato per ottenere questi prestigiosi riconoscimenti: un importante documento che ripercorre gli ultimi 60 anni di storia della Valle, tra storia vitivinicola e scelte politiche orientate allo sviluppo territoriale.
Per gustare questo incredibile prodotto al di fuori di questo specifico territorio, come ogni anno la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino anticipa la manifestazione con A tutto Müller (programma su tastetrentino.it/atuttomueller), ricco calendario di iniziative a tema in programma dall’1 all’11 luglio su tutto il territorio della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.

Potresti essere interessato a:  Degustazioni Dop: tra i sentieri del Primitivo di Manduria
Vitigno Müller Thurgau

Il Müller Thurgau

Nato tra il 1882 e il 1891 dall’incrocio del Riesling renano e del Madeleine Royal grazie all’intuizione di Hermann Müller, il Müller Thurgau è un vitigno che matura al meglio in montagna; in Valle di Cembra, territorio al riparo da montagne e boschi e caratterizzato da terreni porfirici e forte escursione termica, ha trovato il suo habitat ideale. Dalla vinificazione delle sue uve si ottiene un vino bianco di colore giallo paglierino scarico con riflessi verdolini, una componente aromatica molto evidente, con sentori di erbe aromatiche, sambuco, frutta tropicale e agrumi. Sapido, minerale, con piacevole acidità, racchiude le tipiche caratteristiche dei vini di montagna.

La Valle di Cembra

Paesaggio storico dell’Italia rurale, è membro dell'”Alleanza Mondiale dei paesaggi terrazzati”, caratterizzata da terreni porfirici per la presenza di porfido, definito “oro rosso”, e da una forte escursione termica, emblema nazionale ed internazionale della viticoltura eroica di montagna. Attraversata dal torrente Avisio, oltre che per i suoi vini e per le sue grappe, è conosciuta per le Piramidi di Segonzano, monumento naturale frutto dell’erosione dei fianchi dei monti.

https://www.tastetrentino.it/

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on pinterest
Potresti essere interessato a:  Zafferano, non solo risotto
Share on email
Potrebbe interessarti
Il manuale della cucina in Camper/1

Il titolo è volutamente provocatorio! Non esiste un manuale della cucina in camper; la cucina di un veicolo ricreazionale è solo più piccola e meno potente, per cui in viaggio, in camper o in caravan si può cucinare tutto quello che si cucina a casa… o quasi!

Novità dal Cibus/1

Finalmente, dopo tanta attesa, ricominciano le fiere … quelle belle e gustose! Siamo stati al Cibus per voi

Zafferano, non solo risotto

Tutti conosciamo lo zafferano, ma sappiamo veramente cos’è in realtà? Cosa si cela dietro ad una spezia così accattivante, decisamente aromatica e molto pigmentante?

Riaperto FICO Eataly World

Ha riaperto il grande parco del cibo di Bologna. Da oggi 7 luglio apertura al pubblico anche della Bottega del vino, nata dall’idea di Fontanafredda per raccontare l’affascinante storia che l’ha resa icona del Barolo nel mondo

Gli ultimi articoli

Redazione

Anche la nautica a Turismo e Natura

L’evento Turismo e Natura, in programma alla fiera di Montichiari dal 12 al 14 novembre, prevede uno spazio dedicato alla nautica oltre all’esposizione di camper

a.cortellessa

Il valore della pausa

Dopo quasi due anni di emergenza sanitaria e il lento ritorno alla normalità, la situazione vissuta ci ha insegnato a dar maggior valore alla “pausa”. In camper, la pausa è ovunque …

Redazione

TTG a Rimini: risale la fiducia nel turismo

La fiera per operatori professionali dedicata al turismo si è chiusa con un’affluenza che ha sfiorato i livelli pre-pandemia: ben 1.800 i brand presenti dall’Italia e dall’estero

Dimensione testo-+=